Lionel Messi con lacrime di sangue: la minaccia dell’Isis sui Mondiali 2018

Media vicini all'Isis hanno diffuso l'immagine di Lionel Messi che piange lacrime di sangue da dietro le sbarre, come minaccia di spargere sangue e violenza sui Mondiali 2018 che si terranno in Russia

da , il

    Lionel Messi con lacrime di sangue: la minaccia dell’Isis sui Mondiali 2018

    Lionel Messi che piange lacrime di sangue da dietro le sbarre di una prigione. È l’immagine diffusa dalla Wafa’ Media Foundation, media pro Isis, come minaccia del presunto Stato Islamico sui Mondiali 2018 che si terranno in Russia. A renderlo noto è Site Intel Group, organizzazione che monitora le attività jihadiste sul web. Nell’immagine, si legge anche una frase: “State lottando contro uno Stato che non ha la parola sconfitta nel suo vocabolario”.

    L’immagine di Messi con le lacrime di sangue non è la sola a essere stata diffusa dai media vicini all’Isis con l’intento di minacciare l’evento sportivo e calcistico più seguito al mondo. In un’altra foto si vede lo stadio della finale e un terrorista di spalle, con la scritta: “Nemici di Allah in Russia, giuro che il fuoco dei nostri soldati vi brucerà”, mentre in rete circolerebbero altri fotomontaggi con terroristi armati che inneggiano alla violenza alle spalle del logo dei Mondiali 2018.