Corea del Nord: guerra di botta e risposta tra Kim Jong-un e Trump, col pericolo della bomba H

Ultime notizie dalla Corea del Nord: la guerra di minacce tra Kim Jong-un e Trump prosegue, mentre Corea del Sud, Russia e Cina guardano all'escalation militare con preoccupazione

da , il

    Corea del Nord: guerra di botta e risposta tra Kim Jong-un e Trump, col pericolo della bomba H

    Ultime Notizie Corea del Nord: la guerra con gli Usa, prima che militare, è fatta di parole. Pyongyang e Washington stanno attraversando una crisi che i rispettivi leader combattono a suon di invettive. Gli esperti di ‘guerra fredda’ dicono che le reali possibilità che Kim Jong-un e Trump arrivino alla guerra sul campo in Corea del Nord, cioè a tirarsi davvero le bombe atomiche, sono lontane, che i due strateghi stiano partecipando a una sorta di teatrino delle offese, con botta e risposta cadenzati, in modo tale da tenere dalla loro parte le rispettive opinioni pubbliche. Quanto c’è di vero in tutto questo?

    COREA NEL NORD-USA: GUERRA DI PAROLE

    Tra Corea del Nord e Usa la guerra, quella vera, sarebbe dunque solo di parole. Troppi gli interessi delle due parti a non scendere in un conflitto che porterebbe morte tra la popolazione civile, distruzione ambientale e rischio radioattivo anche ai paesi vicini, che certamente stanno seguendo con molto interesse e preoccupazione l’escalation dei rapporti tra Usa e Corea del Nord. Parliamo di Corea del Sud, ma anche e soprattutto di Cina e Russia.

    LA COREA DEL NORD SGANCERA’ LA BOMBA ATOMICA (?)

    Kim Jong-un parla sempre di bomba atomica, ma è un modo per mostrare i muscoli, consapevole che in fondo non ha nessuna intenzione di usarla. Lo scopo al momento è di agitarla come un drappo rosso davanti al toro-Trump, per mostrare che anche il regime di Pyongyang è in grado di difendersi in caso di attacco a sorpresa da parte degli Stati Uniti.

    GUERRA DI MINACCE TRA KIM JONG-UN E TRUMP

    Ed è in questa ottica che vanno inquadrati gli ultimi avvertimenti che la Corea del Nord ha fatto agli Stati Uniti, e viceversa, quindi la minaccia di Kim Jong-un di lanciare una bomba all’idrogeno nel Pacifico, perché Trump “pagherà a caro prezzo” il suo discorso all’Assemblea generale delle Nazioni unite in cui ha affermato di volere “distruggere totalmente” Pyongyang, perché è giusto punire l’americano “folle, furfante e gangster a cui piace giocare con il fuoco”. Ed è con il fuoco che Kim dominerà “Di sicuro il bacucco americano mentalmente disturbato”, in fondo le prove nel Pacifico con il lancio della bomba H servono a questo scopo.

    NORD COREA SANZIONATA

    Donald Trump, dal canto suo, via Twitter cinguettava di Kim Jong-un definendolo “un pazzo a cui non importa di affamare e uccidere la sua gente” che “sarà messo alla prova come mai prima” soprattutto con le nuove sanzioni economiche su Pyongyang, destinate a “tagliare le fonti di introito” al regime nordcoreano, più che con la forza militare. Tanto che una fonte del governo di Washington, citata da Reuters, ha messo in dubbio che Pyongyang sia davvero in grado di portare a termine il test atomico nel Pacifico.