Italiani, popolo di risparmiatori: aumentano redditi e investimenti

Cresce il numero degli italiani che ritengono almeno sufficiente il proprio reddito e che nell'ultimo anno ha investito parte del denaro

da , il

    Italiani, popolo di risparmiatori: aumentano redditi e investimenti

    L’Italia sta uscendo dalla crisi economica, o almeno è quello che sembra analizzando i dati di un’indagine sul risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani nel 2017 curata dal Centro Einaudi e Intesa Sanpaolo. Lo studio ha permesso di valutare il pensiero di un campione totale di circa mille capifamiglia e il primo dato rilevante che evidenziamo è che è in aumento il numero di italiani che ritengono sufficiente il proprio reddito.

    “L’economia italiana è in piena ripresa, una ripresa che non è effimera, ma endogena e a carattere strutturale”, ha commentato Gregorio De Felice, chief economist, illustrando i risultati dell’indagine. “Erano sei anni che non si vedevano tassi di crescita così e anche gli indici di fiducia di imprese e famiglie sono su livelli particolarmente alti: l’occupazione sta salendo anche dopo gli incentivi del governo e si registra una buona capacità del sistema produttivo che ha ricominciato ad investire. Tuttavia – ha aggiunto – permane la necessità di accelerare la crescita e consolidare la tendenza”.

    La tendenza è quindi una chiara crescita nel numero di italiani che ritengono sufficiente il proprio reddito. I dati dell’indagine più rilevanti sono il salto di 10 punti, dall’82 al 92%, della quota di intervistati che si definisce economicamente indipendente e sale dal 47,2 al 60,8% la percentuale di chi ritiene sufficiente o più che sufficiente il proprio reddito. In crescita anche, il numero delle famiglie in grado di risparmiare, che dal 40% aumenta al 43%.

    Le famiglie tornano quindi a investire, grazie alla crescita sempre maggiore di risparmi: se da un lato vediamo un aumento delle famiglie che investono in Borsa in un’ottica di lungo-medio periodo, dall’altro vediamo che sale dall’8 al 13% il numero delle famiglie che optano per le forme di risparmio gestito, mentre è sempre in aumento il numero di coloro che provano a investire acquistando immobili: infatti nell’ultimo anno il 5% circa degli intervistati è riuscito a comprare una casa.

    In collaborazione con AdnKronos