Granfondo Campagnolo Roma e Policlinico Umberto I: quando lo sport incontra la solidarietà

La pedalata solidale vedrà il team di specialisti del nosocomio più grande d’Europa, che vanta il più grande reparto di odontoiatria pediatrica italiano, partecipare all’evento insieme alle loro famiglie per fare una donazione ai bimbi del Togo

da , il

    Granfondo Campagnolo Roma e Policlinico Umberto I: quando lo sport incontra la solidarietà

    La sesta edizione della corsa Granfondo Campagnolo Roma, l’evento ciclistico in calendario l’8 ottobre 2017 avrà un protagonista d’eccezione: il team di specialisti odontoiatri del Policlinico Umberto I che pedaleranno per poter acquistare attrezzature da donare a 400 bambini togolesi di una scuola materno-elementare ad Amakpapè a più di 80 chilometri dalla capitale Lomé.

    Cosa c’entra un policlinico con un evento ciclistico? Lo ha spiegato il fondatore della Granfondo Campagnolo di Roma, Gianluca Santilli, che ha sottolineato l’importanza della collaborazione con il Policlinico: “Forse questa è la principale novità, una bellissima partnership col Policlicnico Umberto I. Con l’attività fisica si riescono a prevenire tantissime malattie. L’attività fisica fa bene, previene molte patologie. Questa prevenzione e questa attività fisica fa bene alla qualità della vita tema su cui punta molto la Granfondo Campagnolo Roma”.

    La “pedalata solidale” vedrà il team di specialisti del nosocomio più grande d’Europa, che vanta il più grande reparto di odontoiatria pediatrica italiano, partecipare all’evento insieme alle loro famiglie, pedalando per le bellissime vie del centro di Roma per l’acquisto di un riunito portatile (poltrona odontoiatrica) da donare ai 400 bambini della scuola della missione “Cuori Grandi” di Amakpapè che si trova a più di 80 chilometri dalla capitale Lomé, in Togo.

    L’iniziativa rimarca l’attenzione e la sensibilità posta verso i bambini da parte dei professionisti della struttura, ricordiamo che il reparto di Odontoiatria Pediatrica del Policlinico Umberto I è il più grande centro in Italia, completamente convenzionato con il Servizio sanitario nazionale ed unico nel suo genere; un reparto che offre assistenza a tutti i bambini, con più di 20.000 prestazioni l’anno, anche a quelli compresi nelle cosiddette fasce a rischio e di disagio, come bambini con bisogni ‘speciali’ sia fisico che psichici che sociali, cioè affetti da patologie che richiedono un’attenzione particolare, i malati o quelli con spettro acustico.

    “Il Policlinico Umberto I di Roma ha un alto livello di ‘child friendship’ – ha spiegato con orgoglio il Direttore generale Domenico Alessio – non si tratta di dare aiuto economico ma l’opportunità di prevenire e curare le malattie della bocca nei piccoli pazienti, con un team multidisciplinare di esperti del Dipartimento Assistenziale Integrato Testa-collo dell’Ospedale”. E a ottobre, dottori e infermieri del nosocomio, a bordo di bici tandem, risciò tricicli e qualsiasi altro mezzo di locomozione a pedali, saranno i protagonisti di questa pedalata solidale per i bimbi del Togo, tra i monumenti e le bellezze di Roma.

    In collaborazione con AdnKronos