DeProducers in scena a Firenze per il tour ‘Botanica’

Giunto alla sua settima data in Italia, lo spettacolo Botanica il 22 luglio sarà a Firenze, ma il tour prosegue fino a dicembre nelle principali città italiane. Sul palco Gianni Maroccolo, Max Casacci, Riccardo Sinigallia e Vittorio Cosma. Con Stefano Mancuso e le proiezioni di Marino Capitanio

da , il

    DeProducers in scena a Firenze per il tour ‘Botanica’

    Botanica‘ è il nome del progetto culturale multimediale dei DeProducers, collettivo musicale che unisce produttori e musicisti del calibro di Gianni Maroccolo, Max Casacci, Riccardo Sinigallia e Vittorio Cosma. In collaborazione con il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso e l’azienda Aboca, il progetto vuole essere una specie di storia musicata dell’arte che possiamo trovare nella natura, un manifesto in note che esprime l’importanza e il valore del mondo vegetale per la salute e il benessere delle persone.

    Nella natura c’è tutto, anche l’arte. Ed ecco che la musica aiuta a illustrare la scienza per scoprire gli aspetti più curiosi, interessanti e spesso sconosciuti della botanica. Tutto attraverso il sound dei DeProducers.

    Il tour, partito da Roma il 21 marzo e successivamente approdato a Sansepolcro (Arezzo), dove Aboca è nata e dove si trova la direzione della società, farà tappa il 22 luglio a Firenze in occasione del MusArt Festival, in Piazza della Santissima Annunziata, il 6 agosto a Locorotondo per il Locus Festival, il 6 settembre a Bassano del Grappa all’Operaestate Festival, il 9 settembre al Festival Letteratura di Mantova, il 15 settembre a Pordenone per il Pordenonelegge e il 13 dicembre al Teatro Grande di Brescia. Nel 2018 lo spettacolo andrà all’estero, in giro per l’Europa e negli Stati Uniti.

    Durante lo spettacolo la musica si fonde con le parole di Mancuso: le note, immerse nelle proiezioni sincronizzate di Marino Capitanio, accompagnano il viaggio degli spettatori disegnando mondi sonori coerenti con la narrazione della natura. Ed ecco che chitarra, basso e tastiera svelano il rumore della linfa che scorre nelle arterie vegetali, danno suono all’energia del granulo pollinico che perpetua la specie arborea, fanno riecheggiare la potenza della radice che àncora la pianta al terreno e la fortifica fornendole acqua e sali minerali.

    Lo spettacolo ‘Botanica’ (che è anche un album con 11 tracce e un omonimo libro) vuole, in pratica, far conoscere al pubblico alcuni dei più importanti amici che abbiamo nel mondo vegetale, così possiamo capire qualcosa di più del Pinus Longaeva con la traccia ‘Dendrocronologia’, possiamo conoscere la Digitalis purpurea, pianta essenziale per i cardiopatici per le sue proprietà medicinali, con il brano ‘Global Seed Vault’, o il Catharanthus roseus che aiuta l’80% dei bambini affetti da leucemia a sopravvivere. Insomma, attraverso i brani musicali dei DeProducers possiamo ammirare le piante come esseri intelligenti dotati di sensi per respirare, crescere, prosperare e persino dialogare.

    (foto da Facebook: Lorenza Daverio)

    In collaborazione con AdnKronos