Turisti italiani a Pamplona scappano senza pagare il conto, ma il “sinpa” finisce male

Finisce male il “sinpa” di alcuni turisti italiani a Pamplona: dopo essere scappati dal ristorante senza pagare, sono stati acciuffati dalla polizia e costretti a saldare il conto

da , il

    Turisti italiani a Pamplona scappano senza pagare il conto, ma il “sinpa” finisce male

    Finisce male il “sinpa” per alcuni turisti italiani a Pamplona. Dopo essere scappati dal ristorante senza pagare, sono stati acciuffati dalla polizia, costretti a saldare il conto e sottoposti a pubblico ludibrio sui social.

    E a fare la figuraccia, come spesso accade, è l’Italia tutta. Non che a scappare senza pagare il conto siano solo nostri connazionali, ovviamente. In Spagna, infatti, da tempo è di moda il “sinpa”: sin pagar, in spagnolo.

    Spesso accade che i commensali si alzino dal tavolo, lasciando magari qualche oggetto vecchio sulla sedia per non dare l’idea ai camerieri di essere in fuga. Poi, a volte improvvisando “trenini”, tutti in strada e di corsa lontano dal ristorante e dal salato conto, che resta sul groppone del gestore.

    È successo di nuovo pochi giorni fa a Pamplona, la città spagnola famosa per la corsa dei tori. A cena c’erano 14 italiani. Dopo aver mangiato tartare di salmone, patate, caffè e quindici cicchetti di liquore, sono scappati.

    Il conto, di 620 euro, è rimasto sul tavolo. Peccato che la furbata sia finita male. Gli scrocconi (anzi, ladri) sono stati acciuffati dalla polizia che poi ha pubblicato su Twitter lo scontrino e raccontato la storia. Gli italiani, dopo aver saldato il conto, aggiungendoci una bella mancia, sono stati anche umiliati sui social.

    “]