Dieta detox per l’estate: i consigli di Nicola Sorrentino

In forma con gusto, ecco il decalogo del nutrizionista dei VIP che illustra i principi della 'sua' dieta detox. I cibi amici? Frutta e verdura, pasta, pane, legumi e pochi alimenti di origine animale

da , il

    Dieta detox per l’estate: i consigli di Nicola Sorrentino

    Il nutrizionista dei vip spiega dieci regole per affrontare la prova costume in tutta tranquillità, grazie alla ‘sua’ dieta detox che permette di ritrovare la forma fisica ideale senza perdere il piacere della buona tavola. La dieta dura 4 settimane e si basa su 5 pasti bilanciati distribuiti lungo tutta la giornata. Gli alimenti preferiti per rimettersi in forma sono frutta, verdura, legumi, cereali integrali, proteine animali da pesce e bresaola per migliorare il metabolismo e poi tanta, tanta acqua. Scopriamone di più.

    Ogni dieta deve essere varia ed equilibrata – spiega Nicola Sorrentino – ma spesso l’ansia di rimettersi in forma fa commettere qualche errore che poi rischiamo di pagare, anche nel breve periodo. Questo proposto è un regime alimentare che non crea troppe complicazioni e che passa per la disintossicazione, con preparazioni semplici da fare a casa, ma che è possibile reperire facilmente anche al bar o al ristorante”.

    Ed ecco allora le dieci regole per ritrovare la forma e migliorare l’effetto detox:

    1) BERE TANTA ACQUA che serve a disintossicare l’organismo, aiuta a dimagrire e snellire. La giusta acqua accelera gli effetti della dieta ipocalorica, aiuta a dimagrire più velocemente mitigando il senso fame. In più elimina le tossine e le scorie grazie alla sua funzione drenante. E’ concesso un bicchiere di vino o birra a pasto.

    2) MANGIARE TANTE VERDURE di ogni tipo variando alimentazione senza far mancare frutta, pasta o cereali, meglio se integrali, pane, legumi.

    3) NON ELIMINARE LA PASTA che fa bene a patto di condirla con semplicità e fantasia, preparando sughi leggeri, come ad esempio un ragù di bresaola.

    4) SI’ ALLE PROTEINE DI ORIGINE ANIMALE che devono essere poche, ma giuste: va bene mangiare yogurt o mettere un po’ di parmigiano sulla pasta. Va bene anche il pesce, ma non deve essere fritto.

    5) LA CARNE? MEGLIO LA BRESAOLA che, dice il nutrizionista, è più digeribile e perfetta per chi deve ridurre grassi e calorie ma non vuole rinunciare al gusto. Una porzione da 50 grammi ha in media 76 kcal e solo 1,3 g di grassi. Quasi del tutto priva di carboidrati, ha un’alta concentrazione di amminoacidi essenziali ed è ricca di proteine (33 g ogni 100 di prodotto, il tacchino ne ha 24 g e il prosciutto cotto 19 g), vitamine (B1, B6 e soprattutto B12) e sali minerali. Inoltre si sposa con tante ricette sfiziose, e grazie alla web App ‘Bresaola inedita’ è possibile sperimentare numerose varianti alle soluzioni classiche”.

    6) LA FRUTTA SECCA PER LO SPUNTINO di metà mattina o merenda è l’ideale nelle porzioni indicate: 10 mandorle, oppure 3 noci o 15 pistacchi.

    7) SEGUIRE LE DOSI PRESCRITTE dal nutrizionista è importante, anche se sulla verdura – e solo sulla verdura – si può fare qualche eccezione, aumentandone la dose, se si ha più fame.

    8) FARE ATTIVITA’ FISICA quotidiana per stare in salute.

    9) ATTENTI ALLE DIETE MIRACOLOSE che non esistono e possono fare male alla salute. Il corpo infatti ha bisogno di tutti i nutrienti: proteine, grassi, zuccheri, vitamine, sali minerali, fibre vegetali e acqua.

    10) NON CHIEDERE TROPPO A SE STESSI E EVITARE SOLUZIONI FAI-DA TE, raccomanda Sorrentino: “Prima di intraprendere qualunque dieta dimagrante è importante essere certi di godere di buona salute. In caso contrario, è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico curante. Per mantenere un buono stato, disintossicarci, dimagrire e migliorare la nostra figura, ribadisco che l’acqua e l’attività fisica sono importanti. Bere 2 bicchieri di acqua prima di ogni pasto permette di raggiungere il senso di sazietà molto più rapidamente”.

    In collaborazione con AdnKronos