Bello il safari, ma come scegliere quello giusto per voi?

da , il

    Bello il safari, ma come scegliere quello giusto per voi?

    Organizzare un safari in Africa è un’esperienza incredibile, il sogno nel cassetto di molti viaggiatori. Scegliere quale safari prenotare potrebbe però essere più difficile di quanto si possa pensare, soprattutto le prime volte: le offerte sono tante, i percorsi diversi e i prezzi variano, anche molto, da un operatore turistico all’altro. Quindi come fare per trovare il viaggio che fa per voi? Come scegliere al meglio?

    La prima scelta importante da fare è identificare il Paese o la zona dove focalizzare la vostra tipologia di viaggio. Ad esempio per i neofiti è meglio iniziare con destinazioni facili, come il Sudafrica, il Kenya o il nord della Tanzania, dove i collegamenti stradali sono buoni e si trovano numerose strutture che offrono tutti i comfort; i viaggiatori più esperti di safari o i più avventurosi possono scegliere anche mete più remote come il Botswana, lo Zambia, lo Zimbabwe, l’Uganda o il Rwanda, giusto per citarne alcuni.

    Una volta scelto il paese è importante decidere la durata del viaggio e scegliere i parchi che si desiderano visitare: a questo proposito è utile informarsi bene su quali sono le aree migliori in un determinato periodo dell’anno; non tutti i parchi nazionali e le riserve sono uguali, quindi, anche in base a quello che si desidera vedere, bisogna fare una attenta scelta.

    Per fare un esempio: in Tanzania, precisamente nel Parco Nazionale di Serengeti, avviene la Grande Migrazione, uno degli eventi naturali più spettacolari del pianeta; si può assistere alle classiche scene viste nei documentari di National Geographic dove gli gnu attraversano il fiume mentre i coccodrilli li aspettano per banchettare. Per vivere dal vivo questo spettacolo è necessario scegliere il periodo giusto: le mandrie di gnu, nel corso dell’anno, si spostano continuamente all’interno del parco, che è sterminato, quindi è importante sapere quando si trovano presso il fiume Mara.

    Una volta scelto il percorso e i parchi o riserve che si vogliono visitare si deve decidere dove alloggiare, e le scelte, anche qui, sono molte, per tutte le tasche, e pienamente rispondenti alla tipologia di esperienza di viaggio che si vuole compiere.

    Per semplificare dividiamo l’offerta di alloggi in tre tipologie e vediamo i pro e i contro di ognuna di esse:

    LODGE

    I lodge in muratura sono le strutture che più si avvicinano all’idea di un hotel tradizionale. Possono essere molto lussuosi con servizi esclusivi oppure più essenziali ed economici; possono essere di grandi dimensioni ed avere tanti clienti oppure di dimensioni ridotte e avere pochi ospiti; alcuni offrono tanti servizi come ad esempio la piscina e la spa, altri invece hanno solamente i servizi più essenziali.

    I lodge sono più adatti a coloro che si sentono maggiormente a loro agio tra le pareti di una stanza o per coloro che viaggiano con bambini e hanno particolari esigenze; in molti casi, soprattutto se si considerano i lodge più grandi, sono una delle soluzioni ottimali per coloro che vogliono risparmiare un po’.

    CAMPI TENDATI

    Innanzitutto è importante chiarire cosa si intende per campi tendati: le tende non hanno nulla a che vedere con le tende da campeggio ma sono grandi strutture in canvas che ospitano una vera stanza arredata e un bagno attrezzato.

    Alcuni sono campi di medio livello, ma esistono anche strutture extra lusso arredate in stile coloniale o moresco con un servizio impeccabile nonostante ci si trovi in savana.

    I campi tendati sono l’ideale per chi vuole vivere un’esperienza dal gusto un po’ retrò e a contatto con la natura: la maggior parte dei campi infatti non è cintata e quindi, durante la notte, spesso vengono visitati dagli animali della savana; inoltre i campi tendati sono spesso collocati in luoghi meno frequentati e in punti panoramici come ad esempio in riva a un fiume o su piccole alture da dove si possono ammirare paesaggi spettacolari.

    In pratica sono l’ideale per chi vuole sentirsi un po’ esploratore ma con i servizi e il confort di un hotel a 5 stelle.

    CAMPI TENDATI MOBILI O CAMPING

    I campi tendati mobili o camping costituiscono uno dei modi più avventurosi per vivere l’esperienza di un safari: durante il giorno ci si sposta a bordo di auto 4×4 o di truck e la sera il campo tendato viene montato in luoghi più o meno remoti della savana.

    Solitamente si tratta di tende a igloo in canvas dotate di brandine oppure tende da campo, sempre in canvas, dotate di un letto.

    Sia che il campo venga montato nei “public campsite” all’interno dei parchi, dove troverete altri ospiti che trascorreranno lì la notte, sia che venga allestito negli “special campsite”, dove ci sarete solo voi, il contatto con la natura e con gli infiniti cieli stellati africani è assicurato.

    E’ un safari perfetto per chi ama l’avventura e vuole un vero contatto con la natura, anche a discapito di qualche comfort. Serve un po’ di spirito di adattamento, ma in cambio avrete sicuramente un’esperienza unica.

    Quale che siano le vostre scelte l’esperienza e le emozioni che saprà donarvi un safari saranno uniche e indimenticabili.

    Romy