G7 Ambiente a Bologna: Confagricoltura lancia il progetto per il riuso del metano

Al G7 Ambiente che si svolge a Bologna anche il comparto agricolo si prepara a dare un contributo positivo per l'attuazione dell'Agenda di Parigi sui cambiamenti climatici e all'Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile. Confagricoltura lancia il progetto per il riuso del metano prodotto

da , il

    G7 Ambiente a Bologna: Confagricoltura lancia il progetto per il riuso del metano

    A Bologna, al G7 Ambiente, Confagricoltura presenta un progetto per il riuso del metano: “Tutti ci accusano di essere grandi produttori di metano e di inquinamento e noi rilanciamo con un progetto – spiega Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura – volto ad utilizzare per l’autotrazione il metano prodotto, in particolar modo, nel comparto zootecnico”. Nei prossimi giorni a Bologna Confagricoltura presenterà un’iniziativa innovativa per rimarcare quale ruolo può esercitare l’agricoltura rispetto all’utilizzo scorretto delle emissioni inquinanti che fa la stessa agricoltura.

    In vista del vertice dei ministri dell’Ambiente che si confronteranno sull’attuazione della strategia sullo sviluppo sostenibile (Agenda 2030) e sull’Accordo di Parigi per il contrasto ai cambiamenti climatici, si vuole porre l’attenzione sul ruolo positivo del metano e del biometano nella riduzione delle emissioni di CO2 nel settore dei trasporti.

    A Bologna ci sarà un’occasione importante per evidenziare ciò che rappresentano il metano e soprattutto il biometano nella road map al 2030 per una mobilità a basse emissioni. Confagricoltura presenterà “Una soluzione tutta italiana, in termini di filiera della produzione, distribuzione ed utilizzo del carburante per autotrazione, per la diminuzione delle emissioni di CO2 e che permette anche, alle aziende agricole, percorsi virtuosi di utilizzo delle biomasse in un’ottica di smart farming e di economia circolare”.

    “E’ uno strumento innovativo, uno progetto di filiera – anticipa il leader degli imprenditori agricoli – che vede coinvolti una serie di soggetti che vanno dall’azienda agricola a chi utilizza il metano per i camion, i trattori, le automobili. Un contributo positivo sul tema della sostenibilità e dell’ambiente – conclude – in modo che coloro che emettono troppo metano lo possano utilizzare per usi propri e positivi per l’ambiente”.

    E si parlerà di mobilità sostenibile nel convegno “Gas naturale e biometano: eccellenze nazionali per la sostenibilità”, organizzato da Econometrica, in collaborazione con Confagricoltura, Cib, Anfia, Fca, Iveco, Snam, che si terrà a Bolgona l’8 giugno alle ore 16 presso l’Auditorium Enzo Biagi /Biblioteca Salaborsa Piazza Nettuno 3.

    I lavori si apriranno con la presentazione da parte di Econometrica di uno studio sui vantaggi economici ed ecologici del metano e del biometano per autotrazione. Seguirà un focus sulle filiere dei carburanti alternativi ed in particolare del biometano da matrici agricole, con gli interventi di: Massimiliano Giansanti (presidente di Confagricoltura), Piero Gattoni (presidente di Cib) e Aurelio Nervo (presidente di Anfia).

    Sul tema del metano per l’autotrazione interverranno poi Alfredo Altavilla (chief operating officer di Fiat Chrysler Automobiles), Pierre Lahutte (brand president di Iveco), Marco Alverà (chief executive officer di Snam), mentre il convegno si concluderà con l’intervento del ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti.

    In collaborazione con AdnKronos