A 93 anni sposa, su Facebook si può votare il vestito preferito

Sylvia Martin ha finalmente detto sì al suo spasimante, ma si è trovata in difficoltà tra quattro abiti e la scelta è diventata virale e social

da , il

    A 93 anni sposa, su Facebook si può votare il vestito preferito

    A 93 anni finalmente ha ceduto alle lusinghe del suo innamorato e ha deciso di sposarlo. Sylvia Martin ha detto di sì al suo spasimante, l’88enne Frank Raymond, dopo averlo fatto sospirare parecchio. Sylvia, infatti, gli aveva detto diverse volte no e non perché non provasse anche lei qualcosa per il suo amico, ma perché cambiare cognome le sembrava una mancanza di rispetto nei confronti del defunto marito. Superato questo scoglio, davanti alla futura sposa si è stagliato un altro ostacolo: scegliere il vestito del matrimonio. Siccome era indecisa su quattro modelli, ha deciso di chiedere aiuto al negozio a cui si era rivolta; questo ha postato tutto su Facebook ottenendo 9 mila commenti, felicitazioni e voti.

    La bella signora è andata sul sicuro, scegliendo colori vivaci e fuori dal comune. Sfortunatamente per lei, tutti e quattro quelli provati le sono piaciuti molto. Da non poterne scegliere uno soltanto. Insomma, ha avuto bisogno dell’aiuto da casa. Da tante case, quelle social. A, B, C oppure D? Questo non dovrebbe essere il problema principale, soprattutto se ripercorriamo la storia di Sylvia.

    Un anno fa si era ammalata e aveva deciso di andare a vivere con la sua famiglia, a Canberra. Lasciando il suo innamorato in un bagno di lacrime per la lontananza e per l’impossibilità di ottenere il sì dalla donna. Proprio Sylvia, però, dopo essere guarita è tornata a bussare alla porta di Frank, che vive ad Adelaide. Convincendolo ad andare a convivere a Canberra. Due mesi dopo, Frank è tornato alla carica chiedendola in sposa, ottenendo il sorprendente sì. Sylvia aveva infatti scoperto di potersi risposare tenendo però il precedente cognome.

    A questo punto, la necessità del vestito è diventata impellente. ‘Birdsnest’, il negozio a cui si è rivolta Sylvia, ha deciso di rendere pubblica tutta la storia oltre che di chiedere ai lettori del social di votare per il miglior outfit della futura sposa. Un risultato inatteso anche questo: tanti consensi, sorrisi, felicitazioni, buone cose per il futuro da sposina e voti. Chissà alla fine quale indosserà.

    A voi quale piace di più? Potete ancora votare qui.