Fingere di avere un tumore per truffare il prossimo: casi più famosi

Qui abbiamo raccolto una serie di truffe di persone che non hanno avuto nessuno scrupolo a fingersi in procinto di morire a causa del cancro pur di avere dei (molto discutibili) benefici economici.

da , il

    Negli ultimi anni registriamo sempre più casi di gente che finge di avere un tumore maligno in fase terminale per fare breccia nel cuore di persone ingenue ed estorcere loro denaro. Questo tipo di truffe ai danni del prossimo, però, ci sembrano veramente odiose, perché sfruttano i sentimenti, la sensibilità e la bontà di coloro che, magari, per esperienza hanno già avuto a che fare con le malattie gravi, o con qualche perdita affettiva dovuta proprio a un tumore. Qui abbiamo raccolto una serie di casi di persone che non hanno avuto nessuno scrupolo a fingersi in procinto di morire pur di avere dei (molto discutibili) benefici economici. L’ultimo in ordine di tempo è il caso della blogger Belle Gibson, che aveva preso in giro tutti inventando una dieta vegana anticancro che l’aveva miracolosamente fatta guarire da un (inesistente) tumore al cervello.

    Bell Gibson e la dieta vegana anticancro

    Nel 2017 la blogger Belle Gibson è stata dichiarata colpevole di aver mentito e ingannato il prossimo. I giudici della Corte Federale in Australia hanno stabilito che la ragazza aveva detto il falso quando sosteneva di essere malata di cancro e di essere guarita grazie a una dieta a base di verdura. La 25enne era diventata molto famosa nel 2013 per i suoi consigli alternativi per curare un tumore al cervello in fase terminale, di cui però in realtà non soffriva. Nel 2015 Gibson aveva ammesso di aver mentito, e dopo altri due anni i giudici hanno stabilito che la ragazza è una bugiarda. In attesa della condanna definitiva, è probabile che Belle Gibson vedrà commutata la pena in un’ammenda pari a 166mila dollari.

    Soldi per un bimbo malato, foto su Facebook

    Sarah Allen, che vive a St Neots in Inghilterra, a febbraio 2017 ha denunciato a Facebook di aver visto sul social la foto del suo bambino (quando aveva la varicella) circolare in un post che chiedeva soldi per curare il piccolo ‘malato di cancro’. La foto di Jasper era corredata da questa didascalia: “Questo bambino ha il cancro e ha bisogno di soldi per l’operazione. Facebook ha deciso di aiutare donando 2 dollari per 1 Like, 4 dollari per un commento e 8 dollari per ogni condivisione”. Ovviamente era un truffa, il piccolo in questione era soltanto affetto da una forma acuta di varicella. Purtroppo come spesso accade ai contenuti virali in rete, anche se falsi, vengono riproposti ciclicamente da gente senza scrupoli per truffare il prossimo.

    Danielle Watson

    Ottobre 2014 – Essex, Inghilterra. Danielle Watson è riuscita ad estorcere ai parenti e agli amici una cifra pari a ben 15mila euro. Ha annunciato, mentendo a tutti, di avere un tumore alla cervice e di desiderare la celebrazione del matrimonio prima della perdita dei capelli, successiva ai cicli di chemioterapia. La donna che secondo la polizia ‘ha agito in modo freddo e calcolato‘ è stata accusata di frode.

    Alissa Jackson

    Luglio 2014 – Illinois, Stati Uniti. Secondo la polizia di Belleville, Alissa Jackson ha annunciato di essere malata terminale al quarto stadio, ma era una menzogna. Jackson ha intascato però i soldi di molte donazioni, in questo periodo, da gente che è rimasta colpita dai suoi ‘racconti’. Secondo gli investigatori, è riuscita a intascarsi almeno 30,000 dollari.

    Sandy Nguyen

    Marzo 2014 – Colorado, Stati Uniti. La ventottenne Sandy Nguyen ha fatto credere a tutti che il figlio aveva un tumore, e che il desiderio del bambino fosse quello di poter andare in vacanza a Disneyland. Persino il piccolo si era ormai convinto di essere realmente ammalato. Dopo aver lanciato una raccolta fondi, è riuscita a mettere insieme 60mila dollari, frutto di donazioni fatte dalla scuola che frequentava il bambino, e da persone sul web. Fortunatamente il piccolo di sei anni è sano e Sandy Nguyen è stata arrestata per frode.

    Lori Oppmann Stilley

    Settembre 2012 – New Jersey, Stati Uniti. Lori Oppmann Stilley voleva sposarsi a tutti i costi, e per raccogliere il denaro necessario alla cerimonia ha finto il cancro. Dal momento che non aveva la copertura assicurativa (necessaria per curarsi, negli States), in un primo momento è stata aiutata da parenti e amici che le hanno pagato le spese della chemioterapia: totale 10.000 dollari; ai quali si sono aggiunte tutte le donazioni arrivate dopo aver pubblicato una pagina Facebook e un e-book con il suo caso. Dichiaratasi ‘miracolata’ poco dopo il matrimonio, celebrato grazie alla solidarietà della gente che la credeva malata di tumore alla vescica, ed avendo fatto insospettire più di una persona, Lori nel 2012 è stata arrestata con l’accusa di furto e truffa.

    Nicola Hibberd

    Luglio 2012 – Nottingham, Inghilterra. L’insegnante Nicola Hibberd ha finto di essere affetta da un cancro (linfoma non-Hodgkin) in fase terminale, perché voleva ottenere la simpatia dei suoi alunni. Nei quattro anni in cui è stata dipendente ha prodotto regolari certificati medici (in realtà erano falsi), per cui non è stata individuata subito. Dopo essere stata scoperta, la donna ha ammesso di aver mentito. Il consiglio didattico della scuola l’ha giudicata colpevole di condotta professionale inaccettabile e ha sancito per lei il divieto di insegnamento.

    Jami Lynn Toler

    Maggio 2012 – Arizona, Stati Uniti. Jami Lynn Toler ha detto ai suoi datori di lavoro e ai familiari, di avere il cancro al seno, ma il suo obiettivo era raccogliere soldi per potersi permettere l’intervento di chirurgia estetica per rifarsi il decollete. La raccolta fondi ha prodotto 8mila dollari, ma prima di operarsi un medico si è proposto di operarla gratuitamente. Il suo rifiuto ha poi portato alla scoperta che la donna aveva detto solo bugie. Arrestata, è stata condannata per frode e messa in carcere per un anno.

    Angie Gomez

    Aprile 2012 – Texas, Stati Uniti. Angie Gomez ha raccolto ben 17.000 dollari dicendo ai suoi compagni di classe di essere affetta da leucemia e di non potersi permettere le cure. In seguito a una segnalazione, sono partite le indagini e gli inquirenti hanno scoperto che la ragazza non si recava mai in nessuna struttura per le cure. Così, l’ha arrestata per truffa.

    Leron Magilner

    Settembre 2011 – Delaware, Stati Uniti. Leron Magilner ha finto di avere un cancro terminale al pancreas, ed ha truffato amici e familiari raccogliendo da loro oltre 11.000 dollari. Per non farsi mancare niente, e per agevolare le donazioni dei benefattori, l’uomo arrestato aveva scritto anche una lista dei desideri, con tutto ciò che avrebbe voluto prima di morire.

    Terri Edkins

    Dicembre 2010 – Lincolnshire, Inghilterra. Terri Edkins si è finta malata di tumore al cervello per più di 6 mesi, truffando parenti, amici e marito. Le donazioni, per lei, sono arrivate fino a 25mila sterline. Madre di tre bambini, di 4, 2 e 1 anno, aveva convinto il compagno, padre dei suoi figli, a sposarla in tutta fretta perché ormai in fase terminale. Nel 2009 Terri si era pure rasata i capelli per rendere più verosimile la truffa. All’annuncio della sua quarta gravidanza, tutto è venuto alla luce.

    Ashley Kirilow

    Agosto 2010 – Burlington, Canada. Ashley Kirilow ha confessato di essersi rasata la testa, strappata le sopracciglia e le ciglia e aver detto solo menzogne quando ha sostenuto che stava morendo a causa di un tumore. La sua truffa ha fruttato ben 12,000 dollari in donazioni fatte dalla gente che era rimasta commossa dai suoi racconti falsi.