Cos’è l’Onu: storia, sede e Stati membri dell’organizzazione che tutela pace e sicurezza

Quanti sono obiettivi e organi principali delle Nazioni Unite?

da , il

    Cos’è l’Onu: storia, sede e Stati membri dell’organizzazione che tutela pace e sicurezza

    L’Onu, acronimo di Organizzazione delle Nazioni Unite, è un’organizzazione intergovernativa a carattere internazionale. Fondata il 24 ottobre del 1945, subito dopo la fine della Seconda guerra mondiale, si pone come obiettivo la tutela della pace e della sicurezza mondiale. Vediamo quanti sono gli Stati membri dell’Onu e quali gli organi principali.

    Quali sono gli obiettivi dell’Onu?

    Gli obiettivi sono sanciti dai primi due articoli dello Statuto delle Nazioni Unite: mantenere la pace e la sicurezza internazionale; promuovere la soluzione delle controversie internazionali e risolvere pacificamente le situazioni che potrebbero portare a una rottura della pace; sviluppare le relazioni amichevoli tra le nazioni sulla base del rispetto del principio di uguaglianza tra gli Stati e l’autodeterminazione dei popoli mondiali; promuovere la cooperazione economica e sociale; promuovere il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali a vantaggio di tutti gli individui; promuovere il disarmo e la disciplina degli armamenti; promuovere il rispetto per il diritto internazionale e incoraggiarne lo sviluppo progressivo e la sua codificazione.

    Quali sono gli Stati membri dell’Onu?

    Gli Stati membri dell’Onu sono 193. Il Vaticano e la Palestina sono osservatori permanenti (possono partecipare ad esempio alle conferenze) ma non Stati membri. Non è membro nemmeno il Taiwan, estromesso nel 1971 per permettere alla Repubblica Popolare Cinese di entrare.

    Quali sono le organizzazioni intergovernative dell’Onu?

    Ci sono 19 organizzazioni intergovernative con uffici permanenti presso le sedi Onu (tra loro Unione europea, Lega araba, Segretariato del Commonwealth, Organizzazione della cooperazione islamica, Unione africana, Comunità Caraibica e Interpol). Cinquanta organizzazioni intergovernative prive di uffici (come Consiglio d’Europa e Comunità degli Stati Sahelo-Sahariani). Altre otto entità con uffici (come Croce Rossa, Mezzaluna Rossa Internazionale, Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta).

    Organi principali dell’Onu

    Gli organi principali dell’Onu, sanciti dall’articolo 7 dello Statuto, sono sei.

    Assemblea Generale dell’Onu

    L’Assemblea Generale, l’organo principale e più rappresentativo, comprende i rappresentanti di tutti gli Stati aderenti alle Nazioni Unite, tutti con il diritto di voto. Si occupa di questioni come segnalazioni di pace, adesione, sospensione o espulsione di stati membri, problemi di bilancio. Ogni Stato ha il diritto a cinque rappresentanti nell’Assemblea, ma dispone di un voto solo.

    Consiglio di Sicurezza dell’Onu

    Il Consiglio di Sicurezza è composto da 15 stati: cinque membri permanenti (Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina) e dieci vengono eletti a rotazione ogni due anni dall’Assemblea Generale. I membri permanenti sono i cinque vincitori dalla Seconda guerra mondiale (la Russia ha sostituito l’Unione Sovietica nel 1992 e la Cina ha sostituito Taiwan nel 1970). L’obiettivo del Consiglio è quello di mantenere la sicurezza internazionale, evitare lo scoppio di conflitti e, in caso di guerre, fare di tutto per ristabilire la pace.

    Segretariato dell’Onu

    È guidato dal Segretario generale delle Nazioni Unite e comprende dipartimenti e uffici finalizzati alla gestione amministrativa. Il segretario generale, il leader dell’Onu, viene nominato dall’Assemblea Generale dopo esser stato raccomandato dal Consiglio di Sicurezza e rimane in carica per cinque anni. Dal 2017 è il portoghese António Guterres, che ha preso il posto di Ban Ki-moon.

    Consiglio economico e sociale

    Il Consiglio economico e sociale, l’organo consultivo e di coordinamento dell’attività economica e sociale dell’Onu, è composto da 54 membri nominati per tre anni. Il Consiglio ha fondato molte organizzazioni di sussidio come Fao, Unicef e Unctad.

    Consiglio per i diritti umani dell’Onu

    Il Consiglio per i diritti umani ha il compito di supervisionare il rispetto e le violazioni dei diritti umani in tutti gli Stati aderenti all’Onu, informando l’opinione pubblica mondiale sullo stato dei diritti umani nel mondo.

    Corte internazionale di giustizia

    La Corte internazionale di giustizia, conosciuta anche come Corte mondiale, è il principale organo giudiziario dell’Onu, con sede all’Aja, nei Paesi Bassi. Fondata nel 1945, è costituita da 15 giudici, eletti ogni nove anni, che non rappresentano il loro Paese e che non possono avere altri incarichi né di natura politica né amministrativa.