Cavalieri di Malta, Papa Francesco accelera le dimissioni del Gran Maestro

Fra Matthew Festing ha rimesso il suo incarico al Sovrano Consiglio interno

da , il

    Cavalieri di Malta, Papa Francesco accelera le dimissioni del Gran Maestro

    Fra Matthew Festing, già Gran Maestro dell’Ordine di Malta ha presentato le sue dimissioni al Sovrano Consiglio dell’Ordine di Malta, dopo che il Papa gli ha chiesto chiaramente di abbandonare il suo incarico. Le dimissioni di Festing sono arrivate dopo che lo scorso dicembre l’Ordine aveva licenziato Albrecht Freiherr von Boeselager, il Gran Cancelliere, con l’accusa di avere permesso la distribuzione di preservativi in paesi in via di sviluppo in Africa e in Asia da parte di una Ong che collaborava con l’Ordine.

    A quel punto, forse prendendo a pretesto la questione dei preservativi, Festing, in accordo col cardinale conservatore Raymond Leo Burke, patrono dell’Ordine di Malta, avevano voluto l’allontanamento di Freiherr von Boeselager. Ma Papa Francesco non era mai stato d’accordo con questa decisione, anzi, pare non fosse proprio convinto della politica divisiva di Festing nell’affrontare le questioni interne all’Ordine. Per questo il Papa è intervenuto.

    Da qui, l’idea di Bergoglio del ”commissariamento” per indagare sulle opere del Gran Maestro (idea non digerita da Festing), il quale pubblicamente aveva dichiarato che il Pontefice doveva ”restare fuori” da certe questioni. Dopo questa dichiarazione, infine, papa Francesco ha stretto il cerchio intorno a Festing, con la richiesta di dimettersi.

    Il Papa ha dunque accettato le sue dimissioni, esprimendo, fa sapere la sala stampa della Santa Sede, “apprezzamento e riconoscenza per i sentimenti di lealtà e devozione nei confronti del Successore di Pietro e la disponibilità a servire umilmente il bene dell’Ordine e della Chiesa”. Il governo dell’Ordine sarà assunto ad interim dal Gran Commendatore finché verrà nominato il Delegato Pontificio.

    (Nella foto Festing e Bergoglio)

    Cos’è l’Ordine di Malta?

    L’Ordine dei Cavalieri di Malta, ossia il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta, conosciuto anche come Sovrano Militare Ordine di Malta, è uno dei più antichi Ordini religiosi cattolici, fondato a Gerusalemme intorno all’anno 1048, molto attivo all’epoca delle crociate medioevali e dipendente dalla Santa Sede. Inizialmente era un ordine cavalleresco militare, i cui soldati venivano chiamati crociati perché nelle battaglie contro i musulmani i suoi soldati indossavano una tunica nera con una croce bianca. Assieme ai Cavalieri Templari, formatisi nel 1119, gli Ospitalieri divennero uno dei più potenti gruppi cristiani nell’area mediorientale. Dalla perdita di Malta (1798) la funzione propriamente militare non è stata più esercitata anche se è stata mantenuta la tradizione militare. L’Ordine in seguito è stato riconosciuto dalle Nazioni come ente primario di diritto internazionale.

    A cosa serve l’ordine di Malta?

    La missione dell’Ordine era in principio quella di assistere i pellegrini cristiani in Terrasanta, alimentare, difendere e testimoniare la fede (tuitio fidei) nonché servire i poveri e gli ammalati (obsequium pauperum). Gli attuali 13.500 Cavalieri e Dame dell’Ordine di Malta rimangono fedeli a questi principi ispiratori attraverso progetti umanitari e di assistenza sociale. I membri, un tempo provenienti dalle famiglie cavalleresche e nobiliari del mondo cristiano, devono avere una condotta esemplare seguendo gli insegnamenti e i precetti della Chiesa cattolica e devono dedicarsi alle attività di assistenza dell’Ordine.