Charles Manson riportato in carcere, dopo il ricovero

L'autore del massacro di Bel Air soffre di una grave patologia allo stomaco

da , il

    Charles Manson riportato in carcere, dopo il ricovero

    Il serial killer Charles Manson, qualche giorno fa, era stato trasferito in ospedale dalla prigione californiana di Central Valley, dove sta scontando la pena dell’ergastolo, a causa di gravi problemi di salute. Nella giornata di sabato 7 gennaio, l’efferato capo di una setta satanica, è stato ricondotto in carcere. A riportare la notizia è il Los Angeles Times, che fa riferimento a fonti penitenziarie.

    L’autore della strage di Bel Air, sanguinario capo di una setta satanica che nell’agosto 1969 massacrò in una villa vicino a Los Angeles l’attrice Sharon Tate, moglie del regista Roman Polanski, incinta all’ottavo mese, e altre quattro persone, sembrerebbe soffrire di una grave patologia allo stomaco. Quando è stato trasferito in ospedale, le autorità californiane non hanno volutamente divulgato il nome e la località del nosocomio per motivi di privacy e di sicurezza.

    Manson, oggi 82enne, fatta eccezione per i giorni di ricovero in ospedale, si trova rinchiuso in carcere da 45 anni. E’ considerato uno dei serial killer più efferati del XX secolo: ha chiesto 12 volte la scarcerazione, ma in tutti i casi gli è stata negata.