Il killer di Istanbul è Obama: la provocazione di un quotidiano turco

Secondo i complottisti dietro l'attentato di Capodanno ci sarebbero gli Stati Uniti

da , il

    Il killer di Istanbul è Obama: la provocazione di un quotidiano turco

    Il killer di Istanbul è Barack Obama”: la provocazione arriva da un quotidiano turco. Lo Yeni Akit, giornale islamista e conservatore, con un fotomontaggio ha accostato il volto del presidente degli Stati Uniti uscente a quello del presunto attentatore di Istanbul della notte di Capodanno.

    Il quotidiano non fa che cavalcare la teoria complottistica (appoggiata da molti turchi) secondo cui a provocare la strage nella discoteca Reina, dove sono morte 39 persone mentre festeggiavano l’arrivo del 2017, sarebbe stata l’America. Non da sola ma in combutta “con Cia, Mossad e gulenisti“. Cia e Mossad sono i servizi segreti rispettivamente di Stati Uniti e Israele. I gulenisti sono invece i seguaci di Fethullah Gulen, in esilio proprio negli Usa, considerato dal presidente turco Recep Tayyp Erdogan il responsabile del golpe fallito in Turchia di luglio.

    “La foto più chiara del killer”, attacca lo Yeni Akit sotto la foto di Obama. Non è la prima provocazione del genere di un quotidiano che, all’indomani della strage al locale gay di Orlando, scrisse: “Sale a 50 il bilancio delle vittime nel bar dei pervertiti”.

    Questa la foto del presunto attentatore di Istanbul.

    foto killer