Disastri aerei nella storia: tutti quelli successi nel mondo

Disastri aerei nella storia: tutti quelli successi nel mondo
da in Compagnie aeree, Incidenti, Incidenti aerei, Mondo, Terrorismo, Trasporti
Ultimo aggiornamento: Martedì 29/11/2016 13:17

    Disastro di Tenerife 150x150

    Sono diversi i disastri aerei nella storia dell’aviazione e in alcuni casi ci sono stati purtroppo numeri molto elevati di vittime. Nonostante la presenza di scatole nere a bordo degli aerei, talvolta è stato molto difficile trovare una spiegazione ai disastri che sono avvenuti nei cieli, e nonostante le necessarie indagini per chiarire le ragioni che hanno portato al verificarsi degli incidenti aerei, molti di questi sono rimasti senza una spiegazione. Oltre a quegli incidenti aerei che sono dei veri e propri misteri insondabili, nel corso della storia alcuni disastri di questo tipo si sono verificati anche sulle piste, dopo collisioni molto gravi hanno provocato dei morti. A volte si tratta di problemi di comunicazione, altre volte dietro gli incidenti che coinvolgono gli aerei ci sono altri motivi, come guasti improvvisi mentre gli aerei sono in volo o motivazioni che hanno a che fare con il terrorismo. In tutti i casi, si tratta di vicende di cronaca che hanno lasciato un segno indelebile nella memoria collettiva, per la grande rilevanza che hanno avuto. Ripercorriamole nelle schede seguenti.

    Colombia, precipita aereo, a bordo la squadra di calcio del Chapecoense

    Il 28 novembre 2016 l’aereo immatricolato Cp2933 con 81 persone a bordo, tra le quali i componenti della squadra di calcio della serie A brasiliana Chapecoense, s’è schiantato mentre tentava un atterraggio di emergenza vicino alla città colombiana di Medellin. L’aereo era partito dall’aeroporto Viru Viru a Santa Cruz, in Bolivia e sarebbe dovuto atterrare nello scalo Jose Maria Cordova, ma è uscito fuori rotta e si è schiantato. Al momento dell’incidente le condizioni meteo non erano buone. Il bilancio della tragedia è di 76 morti e 5 sopravvissuti. L’aereo trasportava la squadra Chapecoense, hanno scritto su Twitter dall’aeroporto Cordova di Medellin. Sul volo c’erano, oltre a 72 passeggeri, 9 membri dell’equipaggio boliviano, specializzato, ha riferito il capo dell’aeroporto Viru Viru di Santa Cruz, in Bolivia, in voli charter con squadre di calcio sudamericane e della Bolivia. La squadra di Chapeco avrebbe dovuto affrontare il giorno successivo l’Atletico Nacional di Medellin per la finale della Copa Sudamericana, l’equivalente dell’Europa League in Sudamerica.

    aereo 150x150

    Un’altra tragedia in cielo si è verificata il 16 agosto 2015. Un aereo indonesiano della compagnia Trigana Air Service è precipitato nella regione di Papua. A dare la notizia è stato il ministro dei trasporti del Paese, qualche ora dopo che si erano persi i contatti con il velivolo, partito dall’aeroporto Sentani di Jayapura e diretto a Oksibil. L’aereo aveva a bordo 54 persone: 44 adulti, 5 membri dell’equipaggio e 5 bambini. Secondo quanto detto dal direttore generale del trasporto aereo indonesiano, il mezzo si è schiantato contro una montagna. La Trigana si trova sulla lista nera europea delle compagnie aeree da qualche anno e non può volare sui cieli dell’Europa a causa di dubbi sulle misure di sicurezza.

    Il 24 marzo 2015 l’Airbus A320 della compagnia Germanwings, in volo da Barcellona a Dusselford, è precipitato sulle Alpi francesi. Il disastro aereo ha fatto 150 morti, tutti i passeggeri, i piloti e i membri dell’equipaggio. L’aereo è precipitato in una zona impervia, dove sono risultati difficili anche i soccorsi. Si sarebbe scontrato con una montagna alta 3.000 metri e già da subito, in base anche alle ultime tracce radar, si era notato che c’era qualcosa che non andava, visto che il velivolo andava perdendo quota man mano che passava il tempo.

    Erano 58 i passeggeri dell’aereo caduto a Taiwan mentre il pilota stava tentando di eseguire un atterraggio di emergenza. Almeno 51 persone sono morte nello schianto del 23 luglio 2014. L’aereo Atr-72 della compagnia TransAsia era in difficoltà a causa delle condizioni proibitive del tempo, ma dopo essere partito da Kaohsiung, nel sud di Taiwan, nella manovra di atterraggio verso il suolo di Penghu, qualcosa è andato storto e il velivolo si è distrutto. Su tutta la zona stava imperversando un violento tifone, il “Matmo“, con raffiche di vento molto forti e piogge fortissime.

    rotta 150x150

    Un aereo passeggeri dell’Air Algérie diretto in Algeri dopo essere partito da Ouagadougou, capitale del Burkina Faso si è schiantato dopo aver sorvolato Niamey, in Niger, dopo aver cambiato rotta a causa di cattive condizioni meteo. A bordo del volo AH 5017 c’erano 116 persone, 51 cittadini francesi, 27 cittadini del Burkina Faso, otto libanesi, sei algerini, cinque canadesi, quattro tedeschi, due lussemburghesi, un svizzero, un belga, un egiziano, un ucraino, un nigeriano, un camerunense e un maliano. Più 6 membri dell’equipaggio spagnoli. Nessun italiano. I media internazionali riportarono che tra i passeggeri c’era anche Mariela Castro, nipote di Fidel e figlia del presidente cubano Raul Castro, ma non la notizia non fu confermata.

    La tragedia che ha coinvolto il volo Malaysia Airlines 17 è avvenuta il 17 luglio 2014. Il volo, un Boeing 777-200ER, era partito dai Paesi Bassi e doveva raggiungere la Malesia. L’aereo è precipitato in Ucraina, a 50 chilometri dal confine con la Russia, probabilmente colpito da un missile terra aria. Il disastro causò la morte di 283 passeggeri e di 15 membri dell’equipaggio.

    L’incidente avvenne il 12 novembre 1996 in India. Il volo Saudi Arabian Airlines 763 si scontrò in cielo con il Kazakhstan Airlines 1907. Quest’ultimo stava atterrando all’aeroporto di Nuova Delhi proprio dopo pochi minuti rispetto al decollo dell’altro volo. Il Kazakhstan Airlines scese al di sotto dell’altitudine comunicata ed entrò in collisione frontale con l’altro velivolo. Ci furono 349 vittime.

    520 furono le vittime dell’incidente in volo che coinvolse l’aereo Japan Airlines 123, un volo di linea tra Tokyo e Osaka. Il disastro avvenne il 12 agosto 1985. L’aereo subì un guasto mentre stava sorvolando la Baia di Sagami, 12 minuti dopo il decollo. Si squarciò la paratia posteriore, si distaccò lo stabilizzatore verticale e rimase danneggiato l’impianto idraulico. Il velivolo precipitò tra le montagne.

    Il 23 giugno 1985 l’aereo che doveva effettuare il percorso dal Canada all’India, con fermata intermedia a Londra, esplose in volo nei cieli dell’Irlanda a causa della presenza di una bomba, sistemata in una valigia di un terrorista inizialmente caricata sul volo Canadian Pacific Airlines 60 e subito dopo trasferita sul volo 182. In quell’incidente morirono 329 persone.

    Il volo avrebbe dovuto raggiungere l’Arabia Saudita decollando dal Pakistan. Il 19 agosto 1980, subito dopo il decollo, scoppiò un incendio nel vano bagagli. Il pilota decise quindi di rientrare nell’aeroporto di partenza. Dopo circa 2 minuti dall’atterraggio, il capitano ancora non aveva ordinato l’evacuazione e mantenne accesi i motori, per cause ancora non chiarite, impedendo l’arrivo dei soccorsi. Le 301 persone a bordo rimasero uccise per ustioni o asfissia.

    Quello di Tenerife, avvenuto nel 1977, si può considerare il più pesante incidente nella storia dell’aviazione, dal momento che causò 583 vittime. Si verificò una collisione sulla pista dell’aeroporto di Los Rodeos tra due aerei passeggeri Boeing 747. Il Pan Am 1736 fu colpito dal Jumbo KLM sul dorso. Il volo KLM stava decollando nell’unica pista dell’aeroporto e si scontrò con la parte superiore del Pan Am, che stava effettuando il rullaggio. Le cause furono diverse. Innanzitutto ebbe un ruolo fondamentale la fitta nebbia, che impediva una buona visibilità. Il capitano del KLM pensò che l’altro aereo avesse abbandonato la pista e, senza aver avuto l’autorizzazione, iniziò la procedura del decollo.

    Il volo doveva effettuare il percorso dalla Turchia a Londra, effettuando una fermata intermedia a Parigi. Il 3 marzo 1974, dopo il decollo da Parigi, ci furono dei segnali di emergenza per la depressurizzazione della cabina. L’aereo cadde in un bosco visino Ermenonville, causando la morte di 346 persone.

    grande Torino 1942 43

    Il 4 Maggio 1949 avvenne la tragedia nella quale perse la vita tutta la squadra dei calciatori del Torino. Il trimotore FIAT G. 212 delle Aviolinee Italiane si andò a schiantare contro i muraglioni della Basilica di Superga probabilmente a causa di una fitta nebbia. In quella occasione persero la vita 31 persone tra calciatori, staff, giornalisti ed equipaggio presenti sull’aereo. In un attimo ci fu la fine di una squadra divenuta leggenda negli anni ’40, Grande Torino. Il giorno dei funerali ci fu quasi un milione di persone in piazza. Qui il racconto di quella triste vicenda.

    2210

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI