Iraq, il fratello del baby-kamikaze fermato a Kirkuk si è fatto esplodere

Iraq, il fratello del baby-kamikaze fermato a Kirkuk si è fatto esplodere

La Polizia: 'Addestrati dal padre a compiere azioni suicide'

da in Iraq, Mondo, News Mondo, Terrorismo
Ultimo aggiornamento:
    Iraq, il fratello del baby-kamikaze fermato a Kirkuk si è fatto esplodere

    Il fratello del 12enne fermato in Iraq con una cintura esplosiva sotto la maglia di Messi, si era fatto saltare in aria un’ora prima. A riferirlo è il il comando della polizia locale che fornisce l’agghiacciante retroscena: i due ragazzi erano stati “addestrati e incoraggiati dal padre a compiere azioni suicide”. Non si conosce l’età del fratello, che si è fatto saltare in aria in una moschea sciita, riuscendo solamente a ferire due persone.
    Il 12enne è stato fermato a Kirkuk con indosso una cintura esplosiva. Un baby kamikaze proprio come il piccolo di 12-14 anni che si è fatto esplodere a Gazientep in Turchia nell’attentato ad una festa di matrimonio curda provocando la morte di 51 persone tra cui 29 bambini e adolescenti di un’età compresa tra i 4 e i 17.

    Bambino Kamikaze di 12 anni indossa cintura esplosiva sotto la maglia di Messi

    L’aspirante kamikaze è stato fermato a Kirkuk, capitale del Kurdistan iracheno dai combattenti peshmerga e dalle forze dell’ordine nella tarda serata di domenica. Il dodicenne aveva ancora indosso l’ordigno poi disinnescato dagli agenti. Un giovane come tanti altri, con la maglia di Lionel Messi, ma una cintura esplosiva sotto di essa.

    A pubblicare le immagini shock del 12enne che viene fermato sono stati i media curdi.

    300

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IraqMondoNews MondoTerrorismo

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI