Pistorius ha tentato il suicidio: dopo le cure è tornato in carcere

'Si è inferto diversi tagli ai polsi'

da , il

    Pistorius ha tentato il suicidio: dopo le cure è tornato in carcere

    Oscar Pistorius ha tentato il suicidio tagliandosi i polsi. Dopo il ricovero in ospedale è stato riportato in carcere, dove sta scontando una pena di sei anni per l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. L’atleta sudafricano, come ha riportato il quotidiano sudafricano City Press, “si è inferto diversi tagli ai polsi e i medici lo hanno curato con delle bende”.

    LA STORIA DEL PROCESSO PER LA MORTE DI REEVA STEENKAMP

    L’episodio è accaduto sabato 6 agosto nel carcere di Pretoria Kgosi Mampuru. All’interno della cella del campione paralimpico sono stati trovati alcuni coltelli. Pare che circa tre settimane fa nella stella cella siano stati trovati farmaci e forbici. Dopo il ricovero in ospedale, Oscar Pistorius è tornato in cella. Durante l’udienza decisiva in cui è stata emessa la sentenza contro di lui, l’avvocato difensore aveva dichiarato che stava soffrendo di una grave depressione, motivo per cui aveva chiesto al giudice gli arresti domiciliari per scontare la pena detentiva.