Attentato a Dacca, Simona Monti aveva già scelto il nome del suo bambino

Attentato a Dacca, Simona Monti aveva già scelto il nome del suo bambino

La vittima italiana era al quinto mese di gravidanza

da in Asia, Attentato a Dacca, Mondo, News Mondo, Terrorismo, Terrorismo Islamico
Ultimo aggiornamento:
    Attentato a Dacca, Simona Monti aveva già scelto il nome del suo bambino

    Simona Monti aveva 33 anni ed era incinta di cinque mesi. La giovane donna insieme al suo bambino ha perso la vita nell’attentato terroristico a Dacca in cui sono morti 9 italiani. Simona aveva già deciso il nome di suo figlio, si sarebbe chiamato Michelangelo, la donna sarebbe dovuta tornare in Italia quest’oggi perché aveva deciso di far nascere Michelangelo a Magliano Sabina suo paese di origine.

    Simona non ha potuto riabbracciare i genitori che aspettavano di diventar nonni e neanche il fratello Luca, parroco di Avellino il quale dopo la tragedia ha dichiarato: “Questa esperienza di martirio per la mia famiglia e il sangue di mia sorella Simona spero possano contribuire a costruire un mondo più giusto e fraterno”.

    Simona sarebbe rimasta poco in Italia, avrebbe fatto nascere Michelangelo ma poi appena possibile sarebbe tornata a Dacca dove aveva preso casa e viveva, proprio a pochi metri dal ristorante Holey Artisan Bakery dove venerdì notte ha perso la vita.
    La salma della donna tornerà con un volo militare tra mercoledì e giovedì, la famiglia non si è ancora pronunciata sulla possibilità o meno di celebrare funerali di Stato.

    253

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsiaAttentato a DaccaMondoNews MondoTerrorismoTerrorismo Islamico

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI