Attentato a Dacca, lo studente musulmano morto per non lasciare sole le amiche

Attentato a Dacca, lo studente musulmano morto per non lasciare sole le amiche

Avrebbe potuto lasciare il locale, ma ha deciso di sacrificarsi

da in Attacchi terroristici, Attentato a Dacca, Mondo, Terrorismo, Terrorismo Islamico
Ultimo aggiornamento:
    Attentato a Dacca, lo studente musulmano morto per non lasciare sole le amiche

    Faraaz Hossain aveva 19 anni, studente dell’università americana è una delle vittime della strage di Dacca in cui sono morti anche nove italiani. Faraaz era nel locale in cui i jihadisti hanno fatto irruzione ed era in compagnia di Abita Kabir, 18 anni e Tarishi Jain, 19.
    Quando i terroristi armati hanno chiesto a Faraaz, musulmano bengalese, di recitare alcuni versi del Corano lo studente lo ha fatto. I terroristi gli hanno così detto di lasciare il locale.

    Faraaz avrebbe potuto salvarsi, eppure ha scelto di restare seduto e di non lasciare sole Abita e Tarishi che indossavano abiti occidentali e per questo nella mente dei terroristi non avrebbero meritato di rimanere in vita.

    Lo studente si è sacrificato in nome dell’amicizia ed è stato ucciso insieme alle sue colleghe.
    Faraaz era originario di Dacca, tornato a casa a maggio per le vacanze, si era laureato da poco, all’inizio dell’anno e come tanti giovani aveva in programma una gran quantità di progetti tra cui un master in economia che avrebbe iniziato ad autunno. La sua storia è stata raccontata dai sopravvissuti della strage, Faraaz è ora un eroe, il suo corpo è stato trovato vicino a quello delle sue amiche torturate a lungo, il ragazzo è rimasto con loro fino alla fine.

    266

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Attacchi terroristiciAttentato a DaccaMondoTerrorismoTerrorismo Islamico Ultimo aggiornamento: Lunedì 04/07/2016 09:26
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI