Bimbo dona i suoi capelli per aiutare chi ha il cancro, poi scopre di essere malato

Bimbo dona i suoi capelli per aiutare chi ha il cancro, poi scopre di essere malato

La storia di un piccolo guerriero

da in Bambini, Malattie gravi, Mondo, Tumore
    Bimbo dona i suoi capelli per aiutare chi ha il cancro, poi scopre di essere malato

    Ci sono dei bambini che imparano a diventare guerrieri prima ancora di imparare a crescere. Vincent, o Vinny -come tutti lo chiamano – è uno di loro, un piccolo eroe di sette anni che la vita ha messo già alla prova, e insieme a lui anche la sua famiglia, quando il cancro lo ha colpito da vicino. Lui si era commosso, qualche anno prima, nell’ascoltare i racconti della mamma a proposito delle persone colpite dal brutto male, che erano destinate a perdere i capelli a causa delle cure per contrastarlo. Così aveva deciso di aiutare chi ne aveva bisogno, facendosi crescere una lunga chioma da regalare a chi non aveva più la sua. Ma il destino è beffardo, e dopo due anni, giusto dopo aver sforbiciato le sue lunghe trecce per donarle ai malati di cancro ha scoperto di essere lui stesso affetto da un sarcoma di Ewing al quarto stadio, un tumore raro all’osso pelvico, e un altro tumore all’occhio.

    Vinny aveva deciso di farsi crescere i capelli per poterli poi tagliare e donare ai bambini colpiti dal cancro. Si è impegnato molto per portare a compimento la sua missione, anche nonostante le risatine e le battute dei compagni di scuola che lo prendevano in giro.

    E proprio nel mese di marzo ha permesso alla mamma, che di mestiere fa la parrucchiera, di tagliare le sue punte lunghissime e bionde, preoccupandosi di riporre con cura ogni ciocca in una busta da spedire all’associazione che realizza le parrucche per i malati di cancro.

    Ma a soli sette anni, pochi giorni dopo quel giorno che era stato di festa, ha scoperto di avere a sua volta il cancro, di essere malato e bisognoso di cure. I genitori ce la stanno mettendo tutta per affrontare questa prova, e ammettono che è difficile perché non si è mai pronti a pensare che la malattia possa colpire proprio il tuo bambino. Però, non si lasciano deprimere, e anzi, affrontano la malattia a testa alta: ”Finché noi siamo ottimisti anche lui lo è”, dicono la mamma e il papà di Vinny, che come tutti i bambini ama sognare e inventare storie con i suoi beniamini come protagonisti, Pokemon in prima linea.


    Questa è l’immagine che il papà di Vinny ha voluto condividere su Facebook.

    466

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniMalattie graviMondoTumore
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI