Rimpatrio dei migranti in Libia: un modello Egeo anche per l’Italia

Rimpatrio dei migranti in Libia: un modello Egeo anche per l’Italia

Allo studio interventi per fronteggiare l'emergenza nel Mediterraneo

da in Immigrazione, Libia, Mondo, Profughi, Rifugiati
    Rimpatrio dei migranti in Libia: un modello Egeo anche per l’Italia

    Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania e Italia hanno discusso della questione migranti nel vertice a cinque di Hannover, e sono giunti alla conclusione che l’impiego di mezzi NATO per bloccare gli scafisti che fanno affari con il traffico di uomini, potrebbe essere la soluzione giusta per aiutare l’Italia a fronteggiare l’emergenza profughi. L’idea proposta è quella di creare punti di raccolta nei Paesi da cui provengono i migranti, come ad esempio la Libia, per rimpatriarli direttamente senza farli passare dai centri di accoglienza. Un po’ come si è fatto con successo nel Mare Egeo tra Grecia e Turchia.

    Cimitero di giubbotti di salvataggio a Lesbo

    Il piano consisterebbe nell’usare in Italia il metodo che nell’Egeo sta dando i suoi frutti tra Grecia e Turchia. Il problema è che negoziare con la Libia, per l’Italia, è più difficile dato che il governo di accordo nazionale si è appena insediato e la situazione generale è instabile. Per intercettare le imbarcazioni direttamente nelle acque territoriali libiche sarebbe comunque necessaria una richiesta esplicita da parte del premier libico, Fayez Serraj. C’è poi da considerare che su questa rotta la maggior parte dei profughi che si imbarcano non sono libici e al momento non è possibile rimandare i migranti dai loro paesi di provenienza.

    LEGGI ANCHE MILLE EURO AI MIGRANTI CHE LASCIANO LA NORVEGIA

    E dal G5 di Hannover, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha sintetizzato: “Con la missione Nato nell’Egeo gli Stati Uniti hanno dimostrato di essere pronti a prendere parte alla lotta contro l’immigrazione clandestina. Se necessario l’America è disposta anche ad assumersi le sue responsabilità nel frenare il percorso di migrazione dalla Libia verso l’Italia”. Quindi i prossimi incontri diplomatici avranno come tema la creazione di hotspot non solo in Libia, ma anche nei Paesi dell’Africa subsahariana, da cui proviene la maggior parte dei migranti diretti verso l’Italia.

    LEGGI ANCHE LE POLITICHE SULL’IMMIGRAZIONE NEI VARI PAESI D’EUROPA E NEL MONDO

    444

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ImmigrazioneLibiaMondoProfughiRifugiati
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI