La Germania chiude le sedi diplomatiche in Turchia per paura di attentati terroristici

Chiusa l'ambasciata, il consolato e le scuole

da , il

    La Germania chiude le sedi diplomatiche in Turchia per paura di attentati terroristici

    La Germania ha chiuso per timori di attacchi terroristici l’ambasciata ad Ankara, il consolato generale a Istanbul e le scuole tedesche in entrambe le città. Secondo quanto dichiarato dal ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, tali provvedimenti si sono resi necessari dopo l’allarme concreto di attentati terroristiciin preparazione” dovuto a ”informazioni molto precise e molto concrete” che i riferiscono a una minaccia ”non verificabile in modo definitivo”. Già lo scorso martedì 15 marzo l’ambasciata tedesca ad Ankara aveva aveva allertato i residenti tedeschi sulla possibilità di nuovi attentati nella capitale turca, dopo l’autobomba di domenica 13 in cui morirono 37 persone vicino a una fermata di bus in pieno centro.

    Paura del terrorismo

    Abbiamo avuto indicazioni concrete di un possibile attacco alle rappresentanze tedesche in Turchia. Per questo durante la notte ho deciso la chiusura” delle sedi diplomatiche. ”Si tratta comunque di una misura precauzionale – ha aggiunto Steinmeier – questo era un provvedimento necessario, perché la protezione dei cittadini tedeschi e di quanti lavorano e studiano nelle istituzioni deve avere la priorità”, ha concluso.

    LEGGI ANCHE COSA STA SUCCEDENDO IN TURCHIA

    La rivendicazione dell’attacco con autobomba

    A rivendicare l’autobomba nel centro di Ankara è stato il Kurdistan Freedom Hawks (Falchi per la libertà del Kurdistan) che in un comunicato pubblicato su internet ha parlato di vendetta contro le operazioni delle forze di sicurezza governative nella parte meridionale del Paese, al confine con la Siria. E dopo questa rivendicazione anche nella base aerea di Incirlik utilizzata dalla Coalizione internazionale anti-Isis a guida americana il livello di allarme è stato alzato fino al massimo.

    LEGGI ANCHE PERCHE’ A NESSUNO IMPORTA DI ANKARA?

    Sedi diplomatiche chiuse

    Dopo l’allarme lanciato dalla Germania, il pensiero va agli italiani che si trovano in Turchia. Ad esempio l’ambasciata di Berlino ad Ankara si trova vicino, anzi è confinante con quella italiana. Sempre ad Ankara risulta chiusa anche la vicina scuola tedesca, dove già il 16 marzo gli artificieri turchi avevano fatto brillare uno zaino sospetto abbandonato nel cortile. A Istanbul, la scuola e il consolato tedeschi si trovano entrambi in una zona molto centrale, nei pressi di piazza Taksim e viale Istiklal.