Assolto dall’accusa di stupro, dovrà chiamare la Polizia prima di fare sesso

Assolto dall’accusa di stupro, dovrà chiamare la Polizia prima di fare sesso

Dovrà fornire anche i dati della partner

da in Cronaca Nera, Mondo, Polizia, Reati, Regno Unito, Stupri, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Assolto dall’accusa di stupro, dovrà chiamare la Polizia prima di fare sesso

    Un uomo, dapprima accusato di stupro e poi assolto, è stato obbligato, per ragioni di sicurezza, ad avvertire la Polizia, ogni qualvolta avrà intenzione di intraprendere una relazione sessuale con una donna. Il bizzarro provvedimento è stato formulato dal Tribunale di York, in Gran Bretagna.

    L’uomo quarantenne, è stato assolto dall’accusa di violenza sessuale, ma il Giudice ha ritenuto opportuno tenerlo sotto controllo per un periodo: per questo ha disposto che dovrà avvertire la Polizia, almeno 24 ore prima di avere un rapporto sessuale con una donna.

    Nel corso della chiamata dovrà inoltre fornire agli agenti i seguenti dati: nome, indirizzo e data di nascita della donna con cui intende fare sesso o anche solo avviare una relazione.

    Si tratta di una misura straordinaria adottata dal Tribunale di York per evidenti ragioni di sicurezza.

    E’ un’ingiunzione temporanea che scadrà a maggio, ma che potrebbe diventare permanente.

    Qualora l’uomo non dovesse rispettare l’ordinanza restrittiva, rischia una condanna fino a 5 anni di carcere.

    219

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cronaca NeraMondoPoliziaReatiRegno UnitoStupriViolenza sulle donne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI