Indonesia sotto attacco terroristico, diverse esplosioni a Giacarta

Indonesia sotto attacco terroristico, diverse esplosioni a Giacarta

Esplosioni e scontro a fuoco a Giacarta: 7 vittime, quattro arresti

da in Indonesia, Mondo, Terrorismo
Ultimo aggiornamento:
    Esplosioni a Giacarta in Indonesia

    Terroristi in azione in Indonesia, che hanno attaccato la città di Giacarta dove si sono verificate diverse esplosioni nel centro città, presso un posto di polizia stradale, in una zona commerciale dove sorge il Sarinah shopping center, e nei pressi dell’edificio Onu. Fonti televisive hanno riferito che un’altra esplosione è avvenuta a Palmerah, nella zona occidente della capitale indonesiana. Oltre alla serie di esplosioni, una delle quali avvenuta dentro un caffè Starbucks, è stato ingaggiato anche un conflitto armato. Sette persone risultano essere morte, tra cui un poliziotto e quattro attentatori. I feriti sono decine. Quattro sospetti attentatori sono stati arrestati mentre “tutti gli assalitori sono stati neutralizzati”. La polizia ha parlato di incursioni alle quali hanno partecipato tra i 10 e i 14 uomini armati.

    La polizia indonesiana ha arrestato quattro sospetti militanti che si ritiene siano coinvolti nella sparatoria e negli attacchi bomba a Giacarta. I morti sono per ora almeno sette, quattro dei quali fanno parte del gruppo di attentatori. Tra le vittime anche un cittadino olandese che lavorava per le Nazioni Unite.

    Nel video seguente è ripreso il momento in cui un kamikaze si fa esplodere: il filmato è sconsigliato a un pubblico sensibile:

    Giacarta, il momento in cui il kamikaze si fa esplodere

    L’intelligence indonesiana ha dapprima escluso un coinvolgimento dello Stato Islamico: “Questo è sicuramente terrorismo, ma non ci sono ancora indizi che ciò sia legato all’Isis“, ma successivamente la polizia indonesiana ha fatto sapere che l’Isis aveva diffuso un messaggio in codice prima degli attentati, nel quale si avvertiva che “vi sarebbe stato un concerto in Indonesia e che sarebbe finito sulle prime pagine“. E’ stato il generale di brigata Anton Charliyan a dire che “gli attacchi si sono verificati dopo che la polizia ha ottenuto avvertimento riguardante la volontà dello Stato Islamico di lanciare attacchi in Indonesia“. “E’ chiaro che da dopo l’avvertimento dato dal gruppo, l’Indonesia sarebbe diventata una notizia internazionale“, “Abbiamo dato anche noi degli avvertimenti sui possibili attacchi e condotto arresti di alcuni militanti in molti luoghi del paese” aveva detto il generale.

    Il presidente indonesiano Joko Widodo è poi intervenuto condannando gli attacchi di Giacarta ordinando alle autorità di perseguire ed arrestare gli attentatori: “Lo stato e la gente non devono avere paura, non soccomberemo di fronte ad un attacco così atroce.

    Chiedo a tutta la popolazione di mantenere la calma, la situazione è sotto controllo“, ha dichiarato rivolgendo le proprie condoglianze alle famiglie delle vittime. “Rivolgiamo un sincero cordoglio per le vittime di questo attacco. Noi tutti certamente condanniamo gli attacchi di oggi che hanno procurato terrore tra la popolazione“, ha concluso Widodo.

    480

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IndonesiaMondoTerrorismo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI