Baba Vanga profezie 2016: l’Isis distruggerà l’Europa con le armi chimiche

Baba Vanga profezie 2016: l’Isis distruggerà l’Europa con le armi chimiche

Le inquietanti previsioni della mistica bulgara

da in Guerre nel mondo, Isis, Jihad Islamica, Mondo, Terrorismo Islamico
Ultimo aggiornamento:
    Baba Vanga profezie 2016: l’Isis distruggerà l’Europa con le armi chimiche

    Le profezie di Baba Vanga stanno rimbalzando sul web da settimane, diffuse dal britannico Daily Mail. Secondo quanto predetto dalla veggente scomparsa nel ’96, proprio nell’anno 2016 gli islamici estremisti dell’Isis invaderanno l’Europa e domineranno Roma istituendo un nuovo califfato. Tutti vogliono ora capire chi sia stata davvero Baba Vanga, e se le sue profezie si siano davvero avverate.

    Baba Vanga, alias Vangelia Pandeva Dimitrova, è una donna bulgara, nata il 31 gennaio 1911 a Strumica e famosa per essere una sorta di ”Nostradamus al femminile”. La mistica, non vedente dall’età di 12 anni (vittima di un tornado), è morta nel 1996 dopo una vita dedicata alle profezie e alle dichiarazioni sul futuro dell’umanità. Un dettaglio importante riguarda il fatto che Baba Vanga non scrisse mai niente. In genere le sue citazioni erano pronunciate in un dialetto difficilmente comprensibile e soprattutto in modo molto sibillino.

    Con il passare degli anni, in Bulgaria, la veggente cominciò ad essere consultata sia da persone umili e semplici appartenenti ai ceti popolari, sia da intellettuali e ricchi elitari. Addirittura c’era chi si definiva ateo ma aveva fiducia incondizionata nelle previsioni di Baba Vanga. Nonostante la fama crescente intorno a lei e la ”forza” delle sue sentenze, il clero ortodosso non ha mai nascosto il suo scetticismo nei confronti della mistica. I motivi variano dal tono catastrofico usato per le predizioni, al fatto che alcune di esse siano state parzialmente corrette a posteriori dai suoi seguaci, per renderli più aderenti alla realtà.

    Secondo la veggente bulgara, l’Europa sarà attaccata da parte di estremisti musulmani. Baba Vanga aveva detto che nel 2010 avremo assistito all’inizio della III guerra mondiale, che poi sarebbe conclusasi nel 2014. Per la precisione le parole profetiche furono: ”Nel 2011, a causa delle piogge radioattive, nell’emisfero settentrionale non ci saranno più né animali, né piante.

    I musulmani inizieranno una guerra chimica contro gli europei ancora in vita”. E ancora: ”Nel 2016 si inasprirà la guerra dell’Occidente contro il mondo islamico. La fine si avrà soltanto nel 2043”, quando verrà istituito un nuovo califfato che avrà Roma come suo epicentro. Inoltre gli Stati Uniti nel 2066 ”lanceranno un attacco ai musulmani d’Europa, usando delle armi inedite” e colpendo anche Roma che cadrà sotto ai bombardamenti. Ma anche Nostradamus ha profetizzato la presa di Roma da parte dell’Anticristo.

    Il problema della fame nel mondo sarà risolto tra il 2025 e il 2028. Useremo una capsula del tempo entro il 2340. La Terra sarà inabitabile a partire dal 2341. La definitiva fusione degli umani e degli alieni è prevista nel 4674. La data della fine dell’universo è il 5079. Baba Vanga aveva anche parlato della Cina superpotenza mondiale nel 2018 e di scioglimento dei ghiacci polari nel 2045. A fatti accaduti, dopo l’11 settembre 2001 le sue parole: ”Orrore, orrore! La fratellanza americana cadrà dopo essere stata attaccata dagli uccelli d’acciaio. I lupi ululeranno in un cespuglio, e sangue innocente verrà versato”, hanno fatto pensare all’attacco alle Torri Gemelle.

    612

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Guerre nel mondoIsisJihad IslamicaMondoTerrorismo Islamico
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI