Rimane intrappolata nella macchina per la crioterapia, 24enne muore congelata

da , il

    Rimane intrappolata nella macchina per la crioterapia, 24enne muore congelata

    foto da Facebook

    Una morte terribile per una giovane manager di un salone di bellezza, soffocata all’interno di una macchina per la crioterapia dove si raggiungono –115°. Chelsea Ake, 24 anni, è deceduta all’interno del negozio che gestiva nello stato del Nevada, USA: a trovarla, dopo dieci ore, sono stati gli impiegati che nulla hanno potuto fare per lei. Le autorità stanno indagando sul decesso: la giovane si sarebbe immersa nella macchina, molto usata dagli sportivi per lenire i dolori muscolari, rimanendo intrappolata. Ancora da accertare la modalità di quello che appare a prima vista un terribile incidente.

    Secondo una prima ricostruzione, Chelsea si sarebbe immersa nella macchina per la crioterapia dopo la chiusura del locale, quando era sola, rimanendo intrappolata al suo interno. Ancora non è chiaro perché la giovane non sia riuscita a uscire, se per un malfunzionamento della macchina o per un incidente, forse una distrazione. Quello che è certo è che la 24enne, originaria delle Hawaii, è rimasta troppo a lungo chiusa nella macchina a temperature che possono scendere sotto i 100°, arrivando fino a – 115°. Il tempo massimo di norma è tre minuti: i dipendenti invece l’hanno trovata 10 ore dopo.

    La crioterapia nasce in Giappone negli anni Settanta come terapia per la sclerosi multipla e l’artrite reumatoide, ma negli ultimi tempi è diventata di moda non solo tra gli atleti, che la usano per alleviare i dolori muscolari, ma anche tra i vip che la usano per dimagrire.

    Dalle prime analisi, la giovane sarebbe morta soffocata. Le forze di Polizia stanno indagando: al momento della tragedia Chelsea era sola e il salone di bellezza non ha telecamere di sicurezza. “L’unica persona che sa cosa è successo purtroppo è Chelsea”, ha commentato un suo amico.