NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

27 cose che nessuno sa sulla Corea del Nord

27 cose che nessuno sa sulla Corea del Nord
da in Asia, Corea del Nord, Kim Jong-un, Mondo
Ultimo aggiornamento: Lunedì 12/10/2015 12:20

    Sicuramente ci sono cose che nessuno saprà mai sulla Corea del Nord, ma molti altri aneddoti sono riusciti a giungere anche fino a noi. Matteo Salvini e Antonio Razzi hanno provato recentemente a sdoganare nuovamente la Corea Del Nord, ma il paese noto per i suoi lager è tornato alla ribalta recentemente dopo la testimonianza di Shin Dong-hyuk, l’unica persona nata, cresciuta e poi riuscita a fuggire da un campo di internamento della Corea del Nord. Lui ha raccontato gli orrori che ha visto e subito, ed è stato sottoposto parecchie volte alla macchina della verità. Quando ha raccontato cose atroci non ha mai mentito. La Corea del Nord è attualmente governata dalla dinastia dei Kim, in una sorta di monarchia assoluta che costringe il popolo alla miseria e all’ignoranza. Ecco un po’ di cose che (forse) ancora non sai sulla Corea del Nord.

    Molte migliaia di soldati e sfilate di carri armati e missili balistici hanno caratterizzato le grandi celebrazioni in occasione del 70esimo anniversario dalla nascita del partito che guida il paese, il partito comunista nordcoreano dei lavoratori. In cielo anche 15 velivoli militari che hanno disegnano il numero 70.

    Secondo l’agenzia francese France Press, che riporta un comunicato ufficiale dall’Indonesia, il giovane dittatore Kim Jong-Un, che a maggio 2015 ha fatto giustiziare con una cannonata un suo ufficiale per essersi appisolato in sua presenza, ha vinto un premio della Sukarno Education Foundation, fondazione legata all’ex presidente indonesiano Sukarno, per la sua ”pace, giustizia e umanità”. Secondo la figlia di Sukarno, Rachmawati Sukarnoputri: ”Kim Jong-Un deve essere onorato per la sua lotta contro l’imperialismo e il neocolonialismo”.

    Seguita dalla Cina, la Corea del Nord è il paese più felice al mondo, secondo le ricerche degli scienziati nord coreani. Gli americani sarebbero i più tristi.

    Il livello di alfabetizzazione in Nord Corea è altissimo: il 99%. Lo stesso tasso di USA e Gran Bretagna, addirittura più alta di Italia, Spagna, Cina, Brazile e India. L’esame da superare per non essere considerati analfabeti consiste nel saper scrivere il nome del primo comandante Kim Il-sung e ripeterlo velocemente tre volte.

    Il calendario in Nord Corea non segna il 2014 ma il 103, perchè si parte dall’anno di nascita di Kim Il-sung, nonno dell’attuale dittatore Kim Jong-un.

    La settimana lavorativa per i coreani del nord dura sette giorni.

    In media lo stipendio di un operaio in Corea del Nord si aggira tra 1,5 e 2,5 euro al mese.

    Soltanto i militari e gli ufficiali governativi possono avere l’auto.

    Fumare marijuana è concesso, e spesso sono le persone più povere che fumano erba. L’unica attenzione che bisogna prestare è non usare pezzi di giornale che ritraggono il leader per rollare, perchè si rischia la prigione. Anche l’utilizzo dell’oppio non è perseguito, mentre le pene sono pesanti per il possesso di droghe sintetiche.

    In ogni abitazione domestica c’è una radio controllata dal governo. Secondo testimonianze in questa radio può essere solo abbassato il volume, ma non può essere spenta.

    ‘Gli archeologi dell’Istituto di storia dell’Accademia delle scienze sociali della Repubblica Democratica Popolare di Corea hanno recentemente scoperto i resti di una tana del liocorno cavalcato da Re Tongmyong, fondatore di Koguryo, il primo impero feudale della Corea’.

    La Corea del Nord ha la sua internet. Si chiama Kwangmyong ed è una rete isolata, non connessa a internet mondiale. Permette di mandare email, visitare i siti di regime, leggere le news e accedere a una biblioteca elettronica. In questa Rete di sicuro non troverete mai la spassosa parodia virale che ha fatto infuriare Kim Jong-Un.

    La frontiera nordcoreana non può essere oltrepassata in possesso di armi, sostanze eccitanti, cellulari e libri o riviste. Da febbraio però i visitatori stranieri possono usare la connessione 3G del cellulare.

    Nella Repubblica Popolare Democratica della Corea del Nord la libertà è un miraggio lontano. Se scappi, o provi a farlo, o ti mostri contrario alle politiche del paese la legge ti punisce distruggendo te e la tua famiglia.

    Oltre alle tante prigioni esistono anche i campi di concentramento nordcoreani. Secondo fonti internazionali, i detenuti in Corea del Nord sarebbero 200 mila su un popolazione di 25 milioni di abitanti.

    Tra le tante follie della Corea del Nord vi è una punizione riservata ai dissidenti politici e a tutti quelli che, secondo i dettami di Kim Jong-Un, vengono etichettati come nemici della nazione: la punizione delle tre generazioni. Insieme a tutta la propria famiglia si finisce in prigione, e così tre generazioni saranno costrette a nascere, crescere e vivere nei lager.

    Shin Dong-hyuk è l’unica persona ad essere nata all’interno, vissuta e riuscita a evadere da una prigione coreana. Ha scritto il libro Fuga dal campo 14 in cui racconta le torture, le sevizie e le condizioni disumane in cui si vive nei campi di prigionia in Corea del Nord.

    In Corea del Nord c’è uno dei più grandi eserciti del mondo che conta circa 1,2 milioni di militari di cui 180 mila membri scelti. In più ci sono da contare altri 8 milioni di riservisti. Questi uomini sono addrestati per rispondere a un’ipotetica invasione della Corea del Sud.

    Kim Jong Nam, figlio maggiore di Kim Jong il e fratello dell’attuale leader Kim Jong Un, era l’erede della dinastia ma perse ogni diritto quando nel 2001 fu arrestato con un falso passaporto della repubblica Dominicana: ufficialmente aveva dichiarato di aver tentato di entrare in Giappone per ‘andare a visitare Tokyo Disneyland‘.

    L’attuale leader Kim Jong Un è salito al potere nel 2011 dopo la morte del padre. È il più giovane capo di stato al mondo, essendo nato nel 1983, anche se l’esatta data di nascita non si conosce fuori dai confini nordcoreani.

    Kim Jong Un, è noto per il suo animo calmo e accomodante. Suo zio, Jang Song Thaek, sospettato di un tentativo di colpo di stato, è stato dato in pasto a 120 cani, vivo, sotto gli occhi del capo del regime, del fratello e di trecento altri funzionari.

    Nella giornata di lutto nazionale per la morte del padre Kim Jong-il, il leader Kim Jong Un fece ordinare di uccidere a colpi di mortaio un ufficiale del governo, reo di non aver mantenuto il lutto abbastanza a lungo, come pena di morte.

    Kim Jong Un ama il lusso e le case. Può soggiornare in 32 residenze diverse.

    Kim Jong Un, a quanto pare ha paura di volare e quindi viaggia spostandosi esclusivamente in treno. Ha a sua disposizione 20 stazioni e ben 6 convogli con carrozze attrezzate con ogni comfort, dalle suite alle stanze per le riunioni con tv a cristalli liquidi alle vasche per tenere le aragoste vive.

    kim-jong-il, il padre di Kim Jong-un uccise suo fratello, destinato a diventare capo della Corea del Nord, nella piscina di famiglia. A quanto si narra il fatto accadde quando aveva 5 anni. La propaganda nazionale dice che alla nascita di Kim Jong-il seguì una stella luminosa in cielo, le stagioni cambiarono e apparve un doppio arcobaleno. Kim Jong-il si è autoproclamato semi dio e fece rapire donne dalla corea del sud per renderle sue concubine. Inventò l’hamburger cercò di porre fine alle carestie e alla fame con leggi che portassero ad allevare conigli giganti. Infine, la sua biografia ufficiale sostiene che lui non ha mai usato la toilet.

    Anche la Corea del Nord ha un programma spaziale. Nel 1998 la stampa di regime ha sostenuto che un satellite è stato lanciato in orbita affinché mandasse canzoni patriottiche nell’universo

    Nel 1978 il regista sud coreano Shin Sang-ok e la moglie attrice furono rapiti. Furono costretti a produrre film per la nord corea, compreso un plagio in chiave socialista del film Godzilla. Ne abbiamo parlato qui.

    2598

    PIÙ POPOLARI