Leader più potenti al mondo: la classifica delle dieci persone più influenti

Leader più potenti al mondo: la classifica delle dieci persone più influenti
da in Europa, Facebook, Imprenditori, Mondo, Papa Francesco, Taylor Swift, Tim Cook, Xi Jinping
Ultimo aggiornamento: Martedì 15/03/2016 19:32

    La rivista americana Fortune anche quest’anno ha stilato la classifica dei leader mondiali più potenti e straordinari, che con le loro azioni, e il modo di concepire il lavoro, hanno contribuito a migliorare anche la vita del prossimo, e non solo attraverso la filantropia. L’Italia è presente nella lista con Mario Draghi: il presidente della Banca centrale europea è il secondo uomo più potente del mondo, preceduto dall’amministratore delegato della Apple Tim Cook. Terzo è il presidente cinese Xi Jinping, mentre al quarto posto c’è papa Francesco. Scendendo nell’elenco troviamo anche il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg (al venticinquesimo posto). Per scoprire tutte le dieci posizioni basta un clic sulla freccia a destra–>

    Tim Cook, amministratore delegato della Apple si trova al primo posto di questa speciale classifica dei leader più potenti del mondo. Il manager ha detto che dopo morto ha intenzione di devolvere le sue ricchezze (stimate in circa 800 milioni di dollari) in beneficenza.

    Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea fa apparire anche l’Italia nella classifica che raccoglie le persone più potenti del mondo.

    Xi Jinping, presidente della Cina e segretario generale del Partito comunista cinese viene posto in terza posizione da Fortune per le significative riforme attuate nel suo paese, tra cui, soprattutto, il rafforzamento dello stato di diritto.

    Jorge Mario Bergoglio, papa Francesco I, vescovo di Roma, si trova al quarto posto. Fortune spiega che: ”Da quando è diventato pontefice ha stravolto la guida di una delle più grandi istituzioni: la Chiesa cattolica. Non si tratta solo di aver dato l’esempio, ha sostenuto la virtù della carità e la modestia, ma è anche stato decisivo rimpiazzando tutto il consiglio di amministrazione della Banca del Vaticano”.

    Narendra Modi, primo ministro indiano eletto sull’onda della insoddisfazione economica ha finalmente messo mano alle leggi indiane promuovendo riforme per regolamentare il commercio in l’India, ma anche per affrontare il problema della violenza contro le donne e il miglioramento igienico-sanitario del Paese

    Taylor Swift, cantautrice e attrice statunitense, considerata l’anti-Miley Cyrus per aver ottenuto il successo senza ricorrere agli scandali.

    Joanne Liu, presidente dell’organizzazione internazionale Medici senza frontiere ha cominciato a lavorare con MSF dal 1996, quando ha assunto il suo primo incarico di campo curando i rifugiati maliani in Mauritania. Da allora ha preso parte a più di 20 missioni in quattro continenti, aiutando le vittime dello tsunami indonesiano e del terremoto di Haiti, così come i rifugiati e le vittime di violenza sessuale in Somalia, Congo, e della regione sudanese del Darfur, per citarne solo alcuni.

    John Roberts Jr., giudice capo della Corte Suprema degli Stati Uniti, amministrativamente parlando, controlla circa 180 giudici d’appello, 680 giudici distrettuali, 350 giudici fallimentari, 550 giudici magistrato, e i 28 giudici della Conferenza Giudiziaria.

    Mary Barra, amministratrice delegata della General Motors, è riuscita a ”manipolare” le esigenze di investitori, clienti e dipendenti dell’azienda trasformando il modo di concepire il lavoro all’interno della famosa casa automobilistica.

    Joshua Wong, 18 anni, studente e attivista di Hong Kong, cofondatore del movimento Scholarism, è stato uno dei personaggi più interessanti della rivolta di Hong Kong chiamata ”Umbrella Revolution”, che ha portato avanti il suo messaggio di protesta non violenta guidando centinaia di migliaia di persone.

    1035

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI