10 cose vietate in Corea del Nord

10 cose vietate in Corea del Nord
da in Corea del Nord, Mondo
Ultimo aggiornamento: Martedì 18/10/2016 07:17

    In Corea del Nord alcune cose sono vietate perché considerate illegali. Non dobbiamo pensare a chissà che cosa, ma spesso anche cose comuni che noi facciamo nella nostra quotidianità, in altri Paesi, come appunto la Corea del Nord, possono essere ritenute vietate. Sono molti i divieti particolarmente curiosi che possiamo rintracciare in giro per il mondo e alcuni della Corea del Nord colpiscono in particolare. Non si tratta di cose per niente sorprendenti, ma che, inserite in un contesto sociale particolare, possono essere considerate come delle azioni completamente da eliminare, se non si vuole incorrere in particolare sanzioni. Vediamone una carrellata.

    Guardare o vendere materiale a luci rosse è considerato estremamente illegale. Il leader politico Kim Jong-Un ha fatto uccidere pubblicamente la sua fidanzata, che sarebbe stata colpevole di aver girato un video non adatto ai minori.

    In generale in Corea del Nord, secondo ciò che è stabilito dalla legge, ciascuno può professare la propria religione, senza per questo essere condannato. Tuttavia esistono delle eccezioni, perché, nonostante la legge sulla libertà religiosa, alcuni sono stati anche condannati perché distribuivano delle copie della Bibbia. Alcune persone uccise per motivi religiosi sono accusate di spionaggio e di crimini contro lo Stato.

    In Corea del Nord vige un regime che nega molte libertà e molti cercano di fuggire, ma anche lasciare il Paese è considerato illegale. Addirittura come punizione è prevista l’esecuzione capitale.

    I nordcoreani non possono fare chiamate internazionali. Nel 2013 un cittadino venne condannato a morte per aver chiamato un amico in Corea del Sud.

    In Corea del Nord vige la musica di propaganda del regime, che è l’unica che può essere eseguita o ascoltata. Il regime approva soltanto determinati brani e quindi non vi è libertà neppure in questo senso.

    Bere alcool non è vietato sempre. E’ possibile concedersi qualche alcolico soltanto in momenti specifici, che sono stabiliti dallo Stato. Ad esempio, durante i periodi di lutto nazionale, è impossibile dedicarsi ad attività piacevoli, incluso l’abuso di alcolici.

    Di per se stesso navigare su internet si può fare. Tuttavia in Corea del Nord la rete è molto controllata ed è possibile visitare soltanto alcune pagine di propaganda o spazi web approvati dal regime.

    Nel nostro Paese guardare la tv è perfettamente legale, ma i cittadini nordcoreani non possono guardare i programmi televisivi che vogliono. Per esempio, nel 2013 alcune persone sono state accusate di aver guardato dei programmi tv trasmessi dalla Corea del Sud, fatto che non dovrebbe avvenire.

    In Corea del Nord i cittadini non possono guidare, perché lo Stato applica molte restrizioni sulla possibilità di farlo. In generale la libertà di movimento è molto limitata. I normali cittadini non possiedono un’automobile, che di solito è riservata soltanto agli alti ufficiali.

    I cittadini nordcoreani non possono esprimere liberamente le proprie opinioni. In particolare si sta molto attenti ai dissidenti politici, che vengono costretti ai lavori forzati.

    954

    PIÙ POPOLARI