Ostaggio giapponese decapitato: verifiche da parte del governo

da , il

    Ostaggio giapponese decapitato: verifiche da parte del governo

    Haruna Yukawa sarebbe stato decapitato. Il governo del Giappone ha verificato un video che mostrerebbe l’esecuzione di uno dei due ostaggi giapponesi minacciati di morte dai terroristi dello Stato islamico. Il giornalista Kenji Goto sarebbe invece vivo. In seguito è stato chiesto il suo rilascio immediato, mentre i terroristi chiedevano come riscatto non denaro, ma la liberazione di una donna di origine giordana, tale Sajida al Rishawi, mancata attentatrice suicida ad Amman nel 2005.

    In Rete è comparso un video poi rimosso, che riprende proprio Goto, giornalista freelance con esperienze di inviato in zone del Medio Oriente, mentre mostra la foto del contractor con la testa mozzata, poggiata sul petto. Dopo dubbi iniziali, ora il filmato nonn pare essere un fake. E’ stato pure inviato anche via mail alla moglie di uno dei due ostaggi, stando a quanto afferma l’agenzia giapponese Kyodo News. Il premier giapponese Abe ha chiesto il rilascio di Goto senza più parlare di Yukawa. Nel filmato il giornalista implora per la sua vita presentando le nuove richieste dell’Isis

    L’ultimatum dei terroristi

    L’ultimatum dell’Isis sul pagamento di 200 milioni di dollari per il rilascio è scaduto. L’Isis aveva pubblicato su internet il 20 gennaio un video in cui si comparivano due ostaggi giapponesi, Haruna Yukawa e Kenji Goto, entrambi con tute arancioni, e i jihadisti chiedevano 200 milioni di dollari al governo di Tokyo entro 72 ore (cioè entro venerdì 23 gennaio) per liberare gli ostaggi. L’agenzia di stampa giapponese Kyodo riferisce che il governo del Giappone ha chiesto il rilascio immediato dell’ostaggio Kenji Goto, precisando che il video dell’Isis in cui si sosterrebbe l’uccisione dell’altro ostaggio Haruna Yukawa mostra in realtà Goto con un messaggio che comunica che l’altro giapponese è stato ucciso.

    Il Giappone ad ogni modo ha fatto sapere di condannare il video diffuso dallo Stato islamico che annuncerebbe l’esecuzione di Haruna Yukawa. ‘Questo è un atto oltraggioso e inaccettabile’, ha detto il portavoce del governo di Tokyo, Yoshihide Suga, in una breve dichiarazione trasmessa in tv.

    Il premier Shinzo Abe ha assicurato che il Giappone non lascerà nulla di intentato per ottenere il rilascio del freelance di 47 anni