NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Attentato a Parigi, Anonymous dichiara guerra ai terroristi

Attentato a Parigi, Anonymous dichiara guerra ai terroristi
da in Al-Qaeda, Charlie Hebdo, Hacker, Isis, Jihad Islamica, Mondo, Terrorismo
Ultimo aggiornamento:
    Attentato a Parigi, Anonymous dichiara guerra ai terroristi

    Dopo l’attacco a Parigi e la strage al Charlie Hebdo, Anonymous dichiara guerra ai terroristi. Il gruppo di hacker ha pubblicato un video e un messaggio su Twitter in cui annuncia la sua azione contro i responsabili di quanto accaduto in Francia, lanciando l’hastag #OpCharlieHebdo, operazione Charlie Hebdo. Dall’account belga, Anonymous condanna l’attentato al giornale satirico e lancia la sua offensiva. Nel video, una persona con la maschera di Guy Fawkes legge il “messaggio per Al Qaeda, lo Stato Islamico e gli altri terroristi: vi dichiariamo guerra“. Gli hacker promettono che rintracceranno e chiuderanno tutti gli account sui social network collegati ai gruppi terroristi per vendicare quanti sono stati uccisi nella strage.

    Il video inizia con una schermata in cui si legge “Siamo tutti Charlie. Non lasceremo i morti invani. No al razzismo, no al terrorismo, no al terrore, sì alla libertà d’espressione e ai nostri diritti“. Il gruppo aveva già pubblicato un primo video, sempre dall’account belga, in cui condannavano la strage del Charlie Hebdo e annunciavano che avrebbero iniziato a lavorare da subito “finché non troveremo la verità“.

    Nel secondo messaggio, Anonymous conferma che tutti i gruppi a livello internazionale hanno deciso di collaborare all’operazione Charlie Hebdo. “Abbiamo deciso di dichiarare guerra a tutti i terroristi. Vi staneremo e troveremo tutti coloro che hanno permesso di uccidere degli innocenti“, dice la persona mascherata con la voce coperta dal sintetizzatore. “Sorveglieremo tutte le vostre attività sul web“, prosegue.

    “Non vi lasceremo uccidere e cancellare le nostre libertà. Aspettatevi la vostra distruzione“, continua, specificando che saranno chiusi tutti gli account sui Facebook, Twitter, Youtube e in giro per il web collegati ai terroristi.

    Noi siamo Anonymous. Noi siamo la legione. Noi non perdoniamo. Noi non dimentichiamo. Aspettateci“, conclude.

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Al-QaedaCharlie HebdoHackerIsisJihad IslamicaMondoTerrorismo
    PIÙ POPOLARI