Oktoberfest a Monaco: date, storia e i migliori stand visitati da 7 milioni di turisti

Al tradizionale grido di O’zapft is! (è stappata!) si è aperto in Germania il 181esimo Oktoberfest di Monaco di Baviera. A spillare la prima birra è stato come sempre il sindaco, Dieter Reiter. La festa durerà fino al 5 ottobre e sono attesi circa sei milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo. Migliaia i presenti all’apertura dell’Oktoberfest, che sono già accorsi a procurarsi uno dei classici Mass, cioè i bicchieroni da un litro di birra.

da , il

    A Monaco si è svolta anche quest’anno la tradizionale festa d’ottobre, l’Oktoberfest, meta tedesca degli amanti della buona birra, ma non solo. Per l’edizione del 2014 sono attesi oltre 6 milioni di visitatori che si recheranno nei tanti stand a disposizione del pubblico. La bellezza di questi stand deriva anche dalle suggestive decorazioni che ornano pareti e soffitti, e dalle cameriere che vestono secondo i tipici costumi bavaresi. Migliaia i presenti all’apertura dell’Oktoberfest, tutti con in mano uno dei classici Mass, cioè i bicchieroni da un litro di birra.

    O’ zapft is!

    L’Oktoberfest, la festa bavarese della birra che ogni anno attira milioni di persone da tutto il mondo, nel 2014 è iniziata il 20 settembre. Al tradizionale grido di O’zapft is! (è stappata!) si è aperta ufficialmente in Germania la 181esima edizione dell’Oktoberfest di Monaco di Baviera. A spillare la prima birra nel boccale è stato come sempre il sindaco della città: quest’anno è toccato per la prima volta al sociademocratico Dieter Reiter. Immancabile, al suo fianco, il leader dei cristiano sociali, Horst Seehofer.

    La storia

    La storia dell’Oktoberfest risale a oltre cento anni fa, quando nel 1810 il principe Ludwig prese in sposa Therese von Sachsen-Hildburghausen in una sfarzosa cerimonia, in cui ovviamente non mancò la birra. Alla festa nuziale, svoltasi sul prato “wiese”, che all’epoca si trovava alle porte della città di Monaco di Baviera (Germania), assistette non solo la famiglia reale, ma anche i cittadini monacensi. La festa si concluse con una corsa di cavalli che si decise di ripetere anche negli anni successivi. Da lì nacque l’Oktoberfest bavarese. Oggi la festa è pubblica non c’è biglietto di ingresso da pagare per visitare i tendoni e gli stand, anche se si paga solo se ci si siede ad un tavolo per rifocillarsi e bere, se si ha la fortuna di trovarlo libero. Gli stand delle diverse fabbriche di birra sono enormi e possono ospitare migliaia di persone in grandi tavolate di legno. In media ogni ospite spende 68 euro al giorno, per un introito atteso di 435 milioni di euro. Il prezzo al boccale non è proprio popolare, siamo sempre sulle dieci euro.

    L’edizione 2014

    L’edizione 2014 dell’Oktoberfest dura fino a domenica 5 ottobre 2014. La tradizione vuole che il giorno dell’inaugurazione il sindaco di Monaco alle 12 in punto apra la prima botte di birra del nuovo anno con la frase “O’zapft is!” (“E’ spillata”). La cerimonia si svolge nello stand Schottenhamel davanti a migliaia di festanti monacensi, turisti e telecamere delle tv di tutto il mondo. La chiusura dell’Oktoberfest è stata mantenuta tradizionalmente in ottobre.