NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La babysitter di Cameron dà scandalo: le foto di Gita Lima sui siti a luci rosse

La babysitter di Cameron dà scandalo: le foto di Gita Lima sui siti a luci rosse

    Anche se le foto di una delle babysitter dei figli di David Cameron sono andate a finire su alcuni siti porno sul Web, lo scandalo non ha tanto preoccupato il premier inglese. Il portavoce ufficiale di Downing Street non ha voluto commentare l’accaduto, ma una fonte vicino al premier ha affermato che i Cameron pensano che lei sia stata sempre una nanny eccezionale con i loro figli.

    La vicenda si è fatta imbarazzante a Downing Street: una delle fidate tate dei Cameron è finita su ben tre siti a luci rosse, con alcune sue fotografie provocanti.

    Il giornale domenicale britannico Sun on Sunday, ha riportato la notizia della diffusione delle immagini a luci rosse della tata di Cameron.

    Secondo il Sun on Sunday, si sarebbe trattato della vendetta di un ex fidanzato della donna, che avrebbe pubblicato il materiale proibito.

    La polizia inglese ha avviato un’indagine temendo una violazione della sicurezza per il primo ministro e il suo entourage, di cui la baby sitter è uno dei componenti considerati più importanti e fidati.

    Ci sono ancora dubbi sull’identità della donna. Secondo il sito del Daily Mail, non si tratterebbe neanche di Gita Lima, la baby sitter di origine nepalese dei Cameron, che si troverebbe ora in maternità.
    La bambinaia al centro del caso è da tempo al servizio del premier e della moglie Samantha, che possono contare su diverse assistenti per la loro numerosa famiglia, formata da tre bambini di 10, otto e tre anni. Ha fra l’altro accudito Ivan, il primogenito di Cameron morto nel 2009 per paralisi cerebrale. Ad ogni modo, a onor di cronaca, lei stessa ha dichiarato di non posare in foto senza veli da qualche anno, ma di averlo comunque fatto. E nel tempo libero si diletta a insegnare la pole dance.

    Il premier britannico ha difeso l’uso, nella sua famiglia, di bambinaie straniere, dopo l’ultimo attacco politico che era arrivato dal nuovo ministro dell’immigrazione, che aveva parlato di una “elite ricca metropolitana” che beneficia di manodopera a basso costo proveniente dall’estero. Inoltre qualche mese fa erano sorti dubbi su come Gita, la bambinaia principale di casa Cameron, avesse preso la cittadinanza britannica dopo pochi mesi che il suo datore di lavoro era arrivato a Downing Street. Il dibattito su come lavori il Gabinetto di lavoratori stranieri si è intensificato. James Brokenshire, il ministro dell’immigrazione, ha lanciato una serie di critiche pungenti a Vince Cable, il suo collega liberal-democratico, che ha accusato di “affermare falsità” sulla migrazione.

    449

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN David CameronImmigrazioneInghilterraLondraMondo
    PIÙ POPOLARI