Paesi più corrotti del mondo

Paesi più corrotti del mondo
da in Corruzione, Mondo, Pubblica Amministrazione
Ultimo aggiornamento:
    Paesi più corrotti del mondo

    Quali sono i Paesi più corrotti del mondo? All’interno della classifica mondiale sulla corruzione, l’Italia si pone al sessantanovesimo posto. Il dato non è confortante, visto che nella lista della organizzazione non governativa Trasparency International, ai primi posti ci sono i paesi più virtuosi. Il rapporto misura la percezione della corruzione nel settore pubblico. L’Italia dunque è un Paese corrotto. Ma di certo non è il solo. Al momento dividiamo la stessa posizione con la Romania e con il Kuwait.

    Rispetto alla precedente rilevazione – del 2012 – si registra un piccolo miglioramento. Infatti, prima, occupavamo il 72° posto. Maria Teresa Brassiolo, Presidente di Transparency International Italia, l’ONG che ha pure diffuso il grafico sopra, spiega questa seppur piccola inversione di tendenza, perché “si sono compiuti molti sforzi strutturali per migliorare la trasparenza e l’integrità del settore pubblico, a partire dal decreto 150, fino alla legge anticorruzione 190 e agli ultimi decreti sulla trasparenza e l’accesso civico“.

    Il trend positivo è maggiormente visibile dai dati del Global Corruption Barometer 2013 che ci ha portati almeno a pari merito con Francia e Germania, in taluni segmenti anche meglio. Naturalmente dobbiamo proseguire lo sforzo, ma il messaggio pare recepito. Resta l’uso disinvolto e spesso incompetente delle risorse pubbliche che creano debito, tasse e rabbia“, ha concluso la Brassiolo.

    Ma l’Italia si colloca peggio di Arabia Saudita, Ghana e Cuba, che ha raggiunto un punteggio di 43 su 100. Nell’ordine ci precedono, appunto, Paesi come Montenegro, Macedonia, Giordania, Arabia Saudita, Cuba, Slovacchia e Ghana (60°).

    Nell’insieme l’Eurozona si piazza comunque bene. La Germania è al dodicesimo posto ma perde un punto.

    L’Olanda si colloca all’ottavo, il Lussemburgo all’undicesimo posto, la Francia resta al ventiduesimo posto. A svettare ai primi posti in classifica, spiccano Danimarca e Nuova Zelanda, seguiti da Finlandia e Svezia.

    L’Italia resta comunque confinata agli ultimi posti in Europa, seguita solo da Bulgaria (77) e Grecia (80), ed allo stesso livello della Romania.

    Tra i Paesi dove la situazione è sensibilmente peggiorata rispetto all’anno scorso troviamo Siria, Libia, Mali, tutti Paesi investiti da guerre. Ma i più corrotti del mondo risultano ancora essere l’Afghanistan, la Corea del Nord e la Somalia.

    405

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CorruzioneMondoPubblica Amministrazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI