Omicidio Arrigoni, due ergastoli ai salafiti

Due condanne all'ergastolo sono state pronunciate dal tribunale militare controllato da Hamas in relazione all'omicidio di Vittorio Arrigoni, l'attivista e giornalista italiano impegnato a dare voce ai dimenticati nella Striscia di Gaza. L'uccisione del pacifista italiano fu una tragedia per tutta la comunità palestinese, che attraverso i suoi reportage era una delle poche voci puntuali nel raccontare gli orrori di una terra violentata. Mahmoud al-Salfiti et Tamer al-Hassasna, entrambi militanti salafiti, sono stati riconosciuti colpevoli del rapimento e dell'omicidio di Vittorio Arrigoni avvenuto nell'aprile 2011. Khader Jiram è stato condananto a 10 anni di reclusione per rapimento e Amer Abou Houla e stato condannto a un anno di carcere per aver fornito la casa in cui Arrigoni fu impiccato.

comments powered by Disqus
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD