Siria, più di 14.000 morti dall'inizio della guerra civile

Quello che sta accadendo in Siria da quindici mesi a questa parte è di difficile definizione. Non ci sono i canoni per definirlo una sommossa, perché è qualcosa di più profondo, ed è semplicistico definirlo una ribellione. Probabilmente guerra civile è un termine più adatto, ma la realtà, se ci vogliamo attenere alle freddissime cifre, è che in Siria è in corso un massacro. In quindici mesi sono morte 14.476 persone di cui più di 10.000 sono civili. Non è dato sapere quanti sono i bambini ma è un elemento sul quale è necessaria una riflessione.

Gli emissari dell’Onu hanno evidenziato come, in questo massacro, il ruolo dei bambini sia primario perché vengono usati come combattenti, spie e scudi umani. Principalmente, però, vengono torturati, violentati e uccisi. Una forma di barbarie indegna di qualsiasi paese civile e persino di una guerra. Una volta che la polvere si sarà posata e che l’ultimo proiettile sarà stato sparato come farà il popolo siriano a convivere con questa mattanza?

Queste sono considerazioni che riguardano il futuro. Il presente è fatto dalle dichiarazioni dell’Onu e dall’allarme lanciato da Kofi Annan, ex segretario delle Nazioni Unite ed inviato in Siria per fare un report della situazione da un punto di vista neutrale.  La Francia ha visto abbastanza ed ha chiesto esplicitamente l’intervento militare tramite l’applicazione dell’articolo 7 della Carta delle Nazioni Unite. La Siria, però, non è la Libia. Il paese mediorientale si trova in una posizione che definire strategica è poco ed arrivare con navi, aerei ed eserciti non è un’operazione semplice.

A questo c’è da aggiungere che la Russia non ha nessuna intenzione di togliere l’appoggio, anche se solo formale, al regime di Bashar Assad che continua a promettere riforme ed intanto si limita a produrre morti,  2.302 solo nell’ultimo mese. Gli Stati Uniti per bocca di Hillary Clinton hanno invitato la Russia a ritirare il proprio appoggio perché “Assad deve cadere”.

torna su
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

torna su
NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD