Svizzera, nessuno ha visto l'autista alle prese col dvd, si esclude l'assunzione di alcol [VIDEO]

Il gravissimo incidente stradale che ha coinvolto un pullman con targa belga è avvenuto durante la notte di martedì in Svizzera, a Sierre, nel cantone Vallese ed è costato la vita a ventotto persone delle quali 22 bambini: a bordo c'erano infatti due scolaresche delle fiandre per un totale di 52 passeggeri provenienti tutti dalle località di Lommel e Heverlee, nel nord del Belgio.

I bambini facevano parte di due classi scolastiche delle medie ed oltre a quelli rimasti mortalmente colpiti nello scontro, altri 24 bambini sono rimasti feriti, alcuni in modo grave, ricoverati negli ospedali di Berna e Losanna. Le ultime notizie parlano di tre ragazzini in coma con lesioni cerebrali e toraciche. Erano di ritorno da una gita scolastica, il pullman li stava riportando in Belgio dalla località sciistica di Val d'Anniviers, dove i bimbi avevano trascorso una vacanza sulla neve.

Il terribile incidente è avvenuto in un tunnel tra Sitten e Siders ma i motivi sono ancora ignoti, stando alle prime rilevazioni della polizia il pullman con targa belga ha urtato violentemente la parete sinistra di una galleria autostradale, andandosi poi ad incastrare in un cunicolo di sicurezza. Entrambi gli autisti del del veicolo sono morti nell'incidente, la cui dinamica è ora al vaglio degli inquirenti: c'erano tre bus in fila, e solo uno è rimasto coinvolto nell'incidente, senza peraltro coinvolgere gli altri mezzi.

Il ministro degli Esteri belga Didier Reynders, ha riferito che l'autobus era stato noleggiato insieme ad altri due mezzi da un gruppo cristiano: ''È incomprensibile quanto successo''. Il comandante della polizia del Vallese ha parlato di tragedia senza precedenti. L'ufficiale ha spiegato che elicotteri e ambulanze hanno trasportato i feriti in quattro ospedali. L'ambasciatore belga in Svizzera, Jan Luykx, ha parlato di una tragedia per tutto il Paese.

Il premier belga Elio Di Rupo si è recato subito in Svizzera sul luogo dell'incidente e in un comunicato ha fatto sapere: 'Il primo ministro ha preso conoscenza con costernazione dell'orribile incidente avvenuto in Svizzera. È un giorno tragico per tutto il Belgio'. In Belgio è stato dichiarato il lutto nazionale per commemorare le piccole vittime di questa tragedia, ricordiamo che tra le 28 persone decedute ci sono anche 7 bambini olandesi mentre tra i feriti risulta anche un bimbo polacco e un tedesco. Le salme saranno rimpatriate con l'aiuto di due aerei militari Hercules.

In Svizzera è rimasto solo il corpo del conducente per lo svolgimento dell'autopsia che può aiutare a capire se abbia avuto un malore prima di provocare l'incidente. Gli inquirenti hanno escluso al momento l'eccesso di velocità e stanno seguendo tre possibili piste: un guasto tecnico, un malore dell'autista o un tragico errore umano. Sul quotidiano Aargauer Zeitung erano stati riportati alcune testimonianze dei bambini sopravvissuti, secondo i quali poco prima del terribile incidente l'autista sarebbe stato visto armeggiare con il dvd.

Questa tesi però è stata fortemente smentita dal procuratore che sta seguendo le indagini che ha chiarito che non c'è nessun testimone diretto che ha visto l'autista inserire il dvd. Il procuratore generale di Sion, Olivier Elsig ha tenuto a precisare che "I bambini hanno detto cose sentite dire, ma nessuno ha visto con i propri occhi". Inoltre dai primi risultati dell'autopsia sull'autista non sono è stata trovata alcuna traccia di alcol nel sangue.

Leggi tutto su fattidicronaca.it

comments powered by Disqus
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD