Barbie umana: intervento estremo per sorridere sempre

Rachel Evans non ha ancora finito di operarsi per essere identica alla bambola: dopo seno, labbra, zigomi e sopracciglia, ora l'intervento alla bocca

da , il

    Barbie umana: intervento estremo per sorridere sempre

    Oltre 20 mila sterline spese, 11 anni di operazioni di chirurgia plastica: il tutto per essere identica alla sua bambola preferita, la Barbie. Ma Rachel Evans, londinese di 46 anni, non ha ancora finito. Anzi, ha deciso di sottoporsi all’intervento più estremo di tutti. Dopo essersi rifatta praticamente tutto: seno, labbra e zigomi e aver eliminato artificialmente le rughe, si è tatuata la sopracciglia.

    Oltre agli interventi di chirurgia plastica, Rachel Evans ha sempre cercato di copiare la bambola della ‘Mattel’ nell’abbigliamento, nel trucco e nell’acconciatura di capelli. Ma non ha finito, non è ancora stanca di finire sotto i ferri. Come scrive il ‘Daily Mail’, si è appena sottoposta a una procedura che ha ritoccato gli angoli della bocca, per averli perennemente all’insù ed essere sempre sorridente.

    Siamo alle soglie dell’ossessione che, ricordiamo, è una malattia se portata agli eccessi. Rachel Evans non se ne cura, ha deciso di votare tutta la sua vita alla bambola: “Mi sento come Barbie, penso come Barbie e sono Barbie. Penso che siamo la stessa persona, sono una bambola umana” ha spiegato al tabloid inglese. Per apparire sempre in perfetta forma, oltre al chirurgo, c’è naturalmente bisogno di altro.

    Rachel va cinque volte alla settimana in palestra. E viene puntualmente ricompensata da quanti la vogliono per i servizi delle riviste che la chiamano per saperne di più su questo modo di vivere alternativo. Ma la maggior parte dei video, realizzati con webcam, la ritraggono in una camera da letto completamente rosa. Ha un sogno: lavorare come modella glamour oppure apparire sulla rivista ‘Playboy’. Che di ‘bambole’, del resto, se ne intende parecchio.