NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Marchi Made in Italy venduti all'estero (Foto)

1 di 39
    continua
    http://www.nanopress.it/economia/foto/marchi-made-in-italy-venduti-allestero_345.html
    Indesit
    Indesit. Il 60,4% di Indesit è stato acquistato da Whirlpool.

    Indesit

    Il 60,4% di Indesit è stato acquistato da Whirlpool.

    Krizia

    Krizia

    La casa di moda Krizia passa in mani cinesi, acquistata dalla società Shenzen Marisfrolg Fashion, una delle più grandi e famose d'Asia.

    Poltrona Frau

    Poltrona Frau

    Poltrona Frau è stata acquistata dall'americana Haworth, che ha ora il controllo del marchio con il 58,6% del capitale.

    Telecom Italia

    Telecom Italia

    Anche l'azienda simbolo delle telecomunicazioni in Italia passa in mano agli stranieri. La spagnola Telefonica passa dal 46 per cento al 66 di Telco, holding che controlla il 22,4 per cento di Telecom Italia e nomina la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione.

    Pernigotti

    Pernigotti

    Il Made in Italy passa sempre più nelle mani di holding straniere. La storica azienda dolciaria Pernigotti, venduta al gruppo turco Toksoz.

    Loro Piana

    Loro Piana

    Loro Piana, eccellenza della moda, è stata rilevata nel luglio 2013 dalla francese Lvmh all'80%. Non si tratta che dell'ennesimo marchio venduto all'estero, sia nella moda che negli alimentari, il che pone una seria domanda: si può ancora parlare di Made in Italy quando la proprietà è straniera e la produzione (spesso) portata fuori dai confini nazionali?

    Acqua di Parma

    Acqua di Parma

    Comprata dal gruppo francese LVMH nel 2001.

    Algida

    Algida

    Comprata negli anni '80 dal gruppo Univeler.

    Antica gelateria del corso

    Antica gelateria del corso

    Comprata nel 1993 da Nestlè.

    Bertolli

    Bertolli

    Comprata prima nel 1993 da Unilever e poi nel 2008 dalla spagnola Deoleo S.A.

    Bottega Veneta

    Bottega Veneta

    Nel 2001 viene comprata dal Gruppo Gucci, poi a sua volta divenuta parte della multinazionale francese Kering (ex PPR).

    Brioni

    Brioni

    Comprata nel 2011 dalla multinazionale francese Kering (ex PPR).

    Buitoni

    Buitoni

    Comprata nel 1988 da Nestlè.

    Bulgari

    Bulgari

    Comprata nel 2012 dal gruppo francese LVHM.

    Carapelli

    Carapelli

    Comprata nel 2006 dalla spagnola Deoleo S.A.

    DoDo

    DoDo

    Comprata da Kering (ex PPR) nell'aprile 2013.

    Fendi

    Fendi

    Comprata nel 1999 dal gruppo francese LVMH.

    Flora

    Flora

    Comprata nel 2012 da Unilever.

    Gancia

    Gancia

    Comprata nel 2011 dal magnate russo Rustam Tariko.

    Gucci

    Gucci

    Comprata nel 1999 da Kering (ex PPR).

    Motta

    Motta

    Comprata nel 1993 dalla Nestlè.

    Parmalat

    Parmalat

    Comprata nel 2011 dalla Lactalis.

    Peroni

    Peroni

    Comprata nel 2003 dalla multinazionale SABMiller.

    Perugina

    Perugina

    Comprata nel 1988 dalla Nestlè.

    Pomellato

    Pomellato

    Comprata da Kering (ex PPR) insieme a DoDO nell'aprile 2013.

    Pucci

    Pucci

    Comprata nel 2000 dalla LVMH.

    San Pellegrino

    San Pellegrino

    Comprata nel 1997 dalla Nestlè.

    Santa Rosa

    Santa Rosa

    Comprata nel 2011 da Unilever.

    Sasso

    Sasso

    Comprata nel 2006 dalla spagnola Grupo Sos Cuetara.

    Sergio Rossi

    Sergio Rossi

    Comprata prima dal gruppo Gucci e poi finita alla holding francese Kering nel 2000.

    Valentino

    Valentino

    Comprata nel 2012 insieme a Missoni dalla holding Mayhoola for Investments del Qatar.

    Atala

    Atala

    Per il 50% della turca Bianchi Bisiklet.

    Ceramica Dolomite

    Ceramica Dolomite

    Acquisita da Ideal Standard, società facente capo alla holding American Standard Inc.

    Ducati

    Ducati

    Acquisita dal gruppo Volkswagen.

    Lamborghini

    Lamborghini

    Acquisita dal gruppo Volkswagen.

    Zanussi

    Zanussi

    Acquistata nel 1984 dalla svedese Electrolux.

    Pasta Garofalo

    Pasta Garofalo

    Il 52 per cento di Pasta Garofalo è andata nelle mani della spagnola Ebro Foods, che ora punta sul mercato italiano dei sughi pronti e dei condimenti. L'azienda italiana specializzata nella produzione di pasta, era stata fondata nel 1920 a Gragnano, provincia di Napoli. Nel giugno 2014, dopo aver rilevato il 25% di Riso Scotti, gli spagnoli di Ebro Foods hanno rilevato la quota di maggioranza dell’antico Pastificio Lucio Garofalo. L’investimento è stato di circa 62 milioni.

    Grom

    Grom

    Il "Gelato più buono del mondo" viene ceduto dai suoi fondatori al colosso olandese Unilever, già proprietario del marchio Algida.

    Peroni

    Peroni

    La birra italiana per eccellenza diventerà belga, anche se non era italiana da tempo. Dagli inglesi-sudafricani della SabMiller, l'azienda passerà al colosso belga InBev.

    Foto correlate