Pensioni news oggi: cumulo gratuito in arrivo per i liberi professionisti, la circolare INPS

Pensioni news oggi, novità dal Ministero che dà via libera al cumulo gratuito. Chi ha usufruito del cumulo gratuito dei contributi previdenziali versati a Casse diverse sta ancora attendendo l'erogazione della pensione spettante, ma novità arrivano dall'INPS che ha pronta una circolare per regolare il cumulo gratuito per i professionisti

da , il

    Pensioni news oggi: cumulo gratuito in arrivo per i liberi professionisti, la circolare INPS

    Pensioni news oggi: ci sono novità per quanto riguarda le pensioni e il cumulo gratuito dei contributi versati dai liberi professionisti in diverse casse previdenziali. L’Inps ha infatti pronta una circolare per regolamentare la questione, secondo quanto indicato dal Ministero del Lavoro, in Commissione Lavoro alla Camera, che ha dato un’accelerata ai lavori dopo un’interrogazione parlamentare della Lega Nord a proposito dei ritardi nell’applicazione. Come riportavamo nei giorni scorsi, chi ha deciso di sfruttare il cumulo gratuito per andare in pensione si trova a non avere ancora percepito l’assegno spettante. Eppure la misura era contenuta nella legge di Bilancio già ampiamente approvata. Ora finalmente è arrivato il via libera del ministero del Lavoro alla circolare dell’Inps che permette di versare la pensione a chi ha chiesto di ritirarsi dal lavoro grazie al cumulo gratuito dei contributi previdenziali versati a Casse diverse.

    Coloro che hanno fatto domanda di pensione con il cumulo gratuito potranno dunque riceverla. Anche se ancora lo Stato, che pure dovrà pagare per permettere il cumulo dei contributi gratuito per il lavoratore, non ha specificato quanto è stato stanziato per l’operazione.

    Secondo le previsioni i contribuenti che hanno deciso di sfruttare il cumulo gratuito dei contributi previdenziali versati a Enti diversi dall’Inps (o tra diverse gestioni dello Stesso Istituto) dovrebbero essere circa 7000 nel 2017, e 15mila persone nel 2018. Una platea che potrebbe arrivare fino a 100mila lavoratori tra dieci anni.

    La legge di bilancio 2017 ha introdotto nel sistema pensionistico italiano misure per la cosiddetta flessibilità in uscita estendendo, ai fini del conseguimento del diritto a pensione, facoltà di cumulo periodi assicurativi anche a favore degli iscritti alla gestione degli enti privati di previdenza obbligatoria costituiti ai sensi dei decreti legislativi 509 del 1994 e 103 del 1996.

    PENSIONI NEWS: IL CUMULO GRATIS DEI CONTRIBUTI

    A poter sfruttare il cumulo gratuito dei contributi sono commercianti, avvocati, medici, professionisti ma anche coloro che hanno avuto carriere discontinue e hanno maturato il diritto alla pensione. Eppure, pur avendone diritto, ancora non riescono a percepire l’assegno pensionistico. L’allarme è stato lanciato i primi giorni di ottobre dalle pagine di Repubblica: se è vero che i lavoratori possono sfruttare gratuitamente il cumulo dei contributi previdenziali previsto dalla Legge di Bilancio, nei fatti l’assegno delle pensioni relative non è stato erogato.

    PENSIONI CON IL CUMULO GRATIS: NON CI SONO I SOLDI

    Il motivo è semplice: coloro che hanno sfruttato il cumulo gratuito e hanno fatto domanda di pensione, stanno ancora attendendo che l’ultimo Ente (l’ultimo in ordine di lavoro) eroghi la prestazione. Alcuni stanno aspettando da 9 mesi. Il problema si pone perché il denaro che un tempo era a carico del lavoratore oggi dovrebbe essere versato dallo Stato, ma in effetti, secondo l’Inps, il nodo da sciogliere sta nei diversi metodi che le singole Casse previdenziali usano per arrivare alla definizione della pensione.

    Da parte dell’Adepp, l’associazione che raggruppa le Casse private c’è la massima apertura, loro si dicono pronti: all’appello mancava soltanto l’approvazione della circolare dell’Inps, che dovrebbe di fatto far partire il beneficio e consentire a chi ha fatto richiesta di ricongiungimento gratuito dei contributi di aver riconosciuta la pensione. Le coperture comunque necessarie per il cumulo gratuito dovrebbero arrivare con la prossima legge di Bilancio.

    La soluzione trovata dagli esperti per fornire il pagamento delle pensioni tramite il cumulo dei contributi gratis è la seguente: il cumulo gratuito consentirà l’accesso alla pensione secondo i requisiti Inps, ma l’importo della pensione sarà corrisposto in due fasi. Per prima partirà l’Inps mentre la cassa professionale pagherà la pensione di sua competenza al raggiungimento dei relativi requisiti. L’assegno iniziale dell’Inps non sarà una vera e propria pensione ma un anticipo: non verranno quindi pagate eventuali integrazioni e maggiorazioni sociali.