APE Social pensioni cumulabili con Ape Volontaria: ultime notizie

Ancora pensioni news per quanto riguarda l'anticipo pensionistico, ossia l'ape social e l'ape volontaria messa a punto per risolvere i nodi della riforma delle pensioni seguita alla Legge Fornero

da , il

    APE Social pensioni cumulabili con Ape Volontaria: ultime notizie

    Girano in queste ore sul web alcune indiscrezioni che riguardano le pensioni, tali news si riferiscono nello specifico all’ape social e alla possibilità, secondo quanto riportato da alcune testate, di poter cumulare l’anticipo pensionistico social all’ape volontaria, il cui decreto è stato di recente firmato dal premier Gentiloni e attende solo di essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Vediamo quali sono le novità che annunciano, secondo indiscrezioni, la possibilità di cumulare Ape social e Ape volontaria.

    APE SOCIAL CUMULABILE ALL’APE VOLONTARIA?

    In attesa di sapere se l’ipotesi di cumulo di ape social e ape volontaria può avere una qualche fattibilità, vediamo in cosa consisterebbe questa novità sulle pensioni. Come riportato da Pensioni Oggi, l’eventuale beneficio, se presente nei prossimi decreti attuativi, potrebbe essere sfruttato da coloro che rientrano di diritto nell’Ape social. I lavoratori che hanno diritto all’Ape social, in pratica, secondo i rumors non confermati, potranno anche richiedere il prestito pensionistico dell’Ape volontaria, potendo fare affidamento sui due assegni.

    APE SOCIAL E APE VOLONTARIA CUMULABILE: A CHI SPETTA

    Se è possibile cumulare Ape social con Ape volontaria, la domanda successiva da farsi è: a chi spetta il beneficio? Chi può usufruire dei due tipi di pensione anticipata? Da quanto si apprende, ma ricordiamo che non c’è alcuna fonte ufficiale che ha confermato tale opzione facoltativa, la cumulabilità dei due trattamenti pensionistici anticipati potrà esser richiesta solo dai lavoratori con un assegno lordo tale per cui, la differenza tra l’importo dell’assegno erogato da Ape volontaria e la quota corrisposta dallo Stato tramite Ape social, non sia al di sotto dei 150 euro al mese.

    ESEMPI DI PENSIONI ANTICIPATE CUMULATE

    E non mancano anche gli esempi concreti in merito, per cui, se l’indiscrezione fosse confermata, l’opzione funzionerebbe così: il lavoratore con un assegno di € 2.000 netti al mese che anticipa la pensione di 12 mesi con Ape volontaria, può riscuotere l’anticipo all’85% dell’importo totale, una somma pari a € 1.700 euro mensili. La quota che eccede questo importo, a cui va tolto l’importo statale generato dall’Ape social, il cui massimo corrisponde a 1.320 euro netti, ossia in questo caso 380 euro mensili, potrà essere riscossa con l’Ape volontaria.