Riscossione Sicilia: Rottamazione delle Cartelle a rischio a pochi giorni dalla scadenza

Molti contribuenti che hanno chiesto la definizione agevolata della 'Rottamazione delle Cartelle' lamentano la mancata ricezione della comunicazione delle somme dovute. Dopo la scadenza del 31 luglio, chi non paga le cartelle vedrà perduta la possibilità di sfruttare lo sconto fiscale

da , il

    Riscossione Sicilia: Rottamazione delle Cartelle a rischio a pochi giorni dalla scadenza

    A pochi giorni dalla scadenza del pagamento delle cartelle (ex) Equitalia rottamate, diversi contribuenti siciliani hanno lamentato di non avere ricevuto da Riscossione Sicilia SPA i documenti relativi alla definizione agevolata della Rottamazione delle Cartelle recanti l’ammontare da pagare all’ente di riscossione. Il fatto molto grave è che, con la scadenza alle porte (è il 31 luglio) dall’ente non è giunta alcuna conferma sull’eventuale iter da intraprendere per non perdere il beneficio della definizione agevolata. Chi non paga la rata (o la prima rata in caso di frazionamento) entro il 31 luglio, infatti, vedrà decaduta la possibilità di rottamare la cartelle di pagamento.

    Non essendoci alcuna proroga al pagamento delle cartelle rottamate presso gli Agenti della Riscossione, la data ultima del versamento (o della prima rata) della definizione agevolata è il 31.07.2017, anche in Sicilia.

    Il problema emerso in queste ore, però, è che Riscossione Sicilia non ha garantito a tutti i contribuenti con carichi pendenti l’invio – nei termini previsti, ossia entro il 15 giugno 2017 – di tutta la documentazione relativa alle cartelle esattoriali rottamate e ai relativi importi da versare nelle casse del Gestore.

    Come segnalato su tele8tv.it, Riscossione Sicilia, agente che fa le veci di Equitalia, ossia della nuova Agenzia delle Entrate Riscossione sull’isola, nonostante sia stata contattata diverse volte in merito, non ha chiarito i motivi di tali disguidi e inefficienze, ma quello che succederà ai contribuenti ai quali non è pervenuta la cartella con la definizione agevolata del debito è chiaro: perderanno il diritto all’agevolazione, anche se non per propria responsabilità diretta.

    Cosa occorre fare a pochi giorni dalla scadenza, per evitare di vedersi negato il diritto di sfruttare la definizione agevolata per le cartelle esattoriali? E’ possibile recarsi presso la sede di Riscossione Sicilia più vicina per chiedere direttamente il ritiro dei documenti attestanti la propria posizione, con gli importi da pagare e le relative scadenze in caso di pagamento a rate.

    Altrimenti è possibile, dal 21 luglio, ricevere copia della Comunicazione delle somme dovute via web, seguendo una di queste modalità:

    - registrandosi al sito www.riscossionesicilia.it accedendo all’Area Riservata con utenza e password, quindi cliccando su “Definizione Agevolata” e qui inserendo il Pin. In fondo alla pagina di “Dettaglio Utente” c’è il link alla copia del documento.

    - se non si è registrati al sito si può chiedere copia dei documenti necessari compilando l’apposito modulo; occorre allegare copia della carta di identità in corso di validità ed indicare un indirizzo di posta elettronica (no PEC).

    Per ulteriori informazioni a questo link trovate indirizzi e numeri di telefono utili di Riscossione Sicilia SPA in base alla Sede della Provincia di riferimento.