Scadenze fiscali giugno 2017: IMU e TASI, IRPEF, IRES, IRAP e canone RAI

Il calendario fiscale completo del mese di giugno è piuttosto intenso per i contribuenti: andiamo a scoprire la lista di tutte le tasse da pagare nel mese di giugno 2017.

da , il

    Scadenze fiscali giugno 2017: IMU e TASI, IRPEF, IRES, IRAP e canone RAI

    Scadenze fiscali giugno 2017: IMU e TASI, IRPEF, IRES, IRAP e canone RAI, praticamente un black month per i contribuenti. Si parte il 12 giugno con la liquidazione dell’Iva, poi si passa al 16 giugno data in cui i cittadini italiani saranno chiamati a versare all’erario Imu e Tasi (tasse sulla casa di proprietà), infine il 30 giugno, data ultima per il versamento di Irpef, Ires e Irap (come da dichiarazione dei redditi modello Unico). Tali disposizioni sono valide sia per le persone fisiche che per le società di persone (per quanto riguarda l’Irpef). Vediamo quindi nel dettaglio tutte le scadenze fiscali di giugno 2017.

    Il calendario fiscale completo del mese di giugno, come detto in apertura, è piuttosto intenso per i contribuenti: andiamo a scoprire la lista di tutte le tasse da pagare nel mese di giugno 2017.

    12 GIUGNO 2017: LIQUIDAZIONE IVA 2017

    Il Governo ha concesso una proroga per le liquidazioni trimestrali IVA 2017: la scadenza per la trasmissione dei dati è quindi slittata dal 31 maggio al 12 giugno. Il motivo di tale concessione è da ricercarsi nel ritardo con il quale l’agenzia delle entrate ha reso disponibile ai commercialisti il software per la compilazione e la trasmissione delle informazioni. Il primo accesso è stato possibile soltanto il 10 maggio e sin da subito sono stati riscontrati numerosi problemi tecnici, che hanno impedito ai commercialisti di adempiere per tempo ai propri doveri.

    15 GIUGNO: FATTURE DIFFERITE

    La seconda scadenza fiscale di giugno 2017 è il 15 giugno: coloro che sono soggetti a IVA dovranno emettere e registrare le fatture differite, relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e che risultino da un documento di trasporto o da altro documento che consenta di identificare i soggetti tra i quali è avvenuta l’operazione. La scadenza include anche le fatture riferite a prestazioni di servizi rintracciabili tramite idonea documentazione, effettuate nel mese solare precedente.

    15 GIUGNO: EQUITALIA

    Il 15 giugno è una scadenza fiscale di giugno dalla duplice valenza: oltreché per le fatture differite, sarà anche l’ultimo giorno, in cui Equitalia potrà inviare la comunicazione ai contribuenti che hanno presentato la ‘Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata’, circa l’ammontare complessivo delle somme dovute, il numero delle rate e i relativi bollettini.

    16 GIUGNO 2017: IMU E TASI

    Il 16 giugno è una delle scadenze fiscali di giugno 2017 che i contribuenti temono maggiormente. Come da tradizione è la data ultima per versare la prima rata di IMU e TASI. Nonostante siano esentate 20 milioni di prime case, saranno soggette all’imposta tutti gli altri immobili e anche le unità immobiliari destinate ad abitazione principale, con classificazione catastale A/1, A/8 e A/9, ovvero case di lusso, ville e castelli.

    26 GIUGNO 2017: INTRASTAT

    Il 26 giugno è la scadenza fiscale che coinvolge gli operatori intracomunitari con obbligo mensile: costoro dovranno presentare gli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE. La documentazione dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle Dogane mediante il Servizio Telematico Doganale E.D.I. (Electronic Data Interchange) oppure all’Agenzia delle Entrate sempre mediante invio telematico.

    30 GIUGNO 2017: IRPEF, IRAP E IRES

    Quest’anno, per evitare l’accavallamento di differenti e onerose scadenze fiscali in un solo giorno, ai contribuenti sarà concesso versare il saldo delle imposte sulle proprietà immobiliari, ovvero IRPEF, IRES e IRAP, entro il 30 giugno. La proroga ha spostato il termine ultimo per il pagamento dal 16 al 30 giugno 2017. Tale proroga è valida anche per le altre imposte sui redditi, quali Ivie, Ivafe e cedolare secca. Pagando in ritardo, dal 1° al 29 luglio, all’importo dovuto si aggiungerà una maggiorazione pari allo 0,4%.

    30 GIUGNO: ESENZIONE CANONE RAI

    Tra le scadenze fiscali di giugno 2017 c’è pure il tanto discusso Canone RAI. I cittadini titolari di utenze per la fornitura di energia elettrica a uso domestico, che intendono presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio televisivo, al fine di non pagare il canone RAI, potranno farlo fino al 30 giugno.

    Attenzione: la dichiarazione presentata entro il 30 giugno 2017, esonera dal pagamento della quota di Canone dovuta per il secondo semestre solare 2017 (luglio-dicembre 2017). La documentazione dovrà essere inviata in maniera telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, utilizzando le piattaforme Fisconline o Entratel.

    30 GIUGNO: PAGAMENTI 730 PRECOMPILATO

    Infine, l’ultima delle scadenze fiscali di giugno 2017 è quella che riguarda il pagamento dei 730 precompilati. Il 30 giugno sarà l’ultimo giorno valido per il versamento del saldo e del primo acconto per i contribuenti con 730, senza sostituto d’imposta o con modello Redditi se sono a debito d’imposta.