Modello 730-2017: detrazioni fiscali per le Assicurazioni sulla Vita e Infortuni

Nel modello 730-2017 è possibile beneficiare delle detrazioni fiscali per assicurazioni sulla vita e infortuni, spese molto frequenti tra i contribuenti. Ecco come godere della riduzione IRPEF tramite la dichiarazione dei redditi

da , il

    Modello 730-2017: detrazioni fiscali per le Assicurazioni sulla Vita e Infortuni

    Con la dichiarazione dei redditi e la compilazione del modello 730 2017 è possibile beneficiare delle detrazioni fiscali per le assicurazioni sulla vita e gli infortuni. Il contribuente può quindi diminuire l’importo dell’Irpef da pagare anche dimostrando con appositi documenti di aver sostenuto spese per la stipula di assicurazioni sulla vita e infortuni. Ricordiamo che dal 2014 non è più possibile portare in detrazione le spese effettuate per le assicurazioni auto (RC auto). Vediamo di seguito nel dettaglio quali spese per l’assicurazione possono essere portate in detrazione e quali invece sono escluse.

    Visto il cambio normativo occorre fare un chiaro distinguo tra i vari contratti di assicurazione sulla vita e infortuni che il contribuente può aver stipulato negli anni. Infatti le condizioni cambiano se l’assicurazione è stata stipulata prima del 31 dicembre del 2000, oppure se è stata stipulata o anche rinnovata dal 1 gennaio 2001 in poi.

    LEGGI ANCHE TUTTO SULLE DETRAZIONI PER SPESE MEDICHE

    DETRAZIONE DEL 19% PER ASSICURAZIONI SULLA VITA, MA ATTENZIONE AI LIMITI DI SPESA

    Quindi per i contratti di assicurazione stipulati e/o rinnovati entro il 31 dicembre 2000 (compresi i contratti delle assicurazioni contro gli infortuni del conducente auto) spetta una detrazione del 19% purché:

    • la durata del contratto non sia inferiore a 5 anni;
    • il contratto non preveda la concessione di prestiti per il periodo di durata minima.

    Per i contratti di assicurazione stipulati e/o rinnovati successivamente al 1° gennaio 2001, il contribuente può portare in detrazione fiscale il 19% dell’importo speso solo se il contratto prevede:

    • il rischio di invalidità permanente superiore al 5% a prescindere dalla causa invalidante;
    • il rischio di morte;
    • il rischio di non autosufficienza;
    • oppure se il contratto non prevede la possibilità di recesso da parte della compagnia di assicurazione.

    Ricapitolando, nella dichiarazione dei redditi modello 730/2017 il limite di spesa relativo alle Detrazioni Fiscali per Assicurazioni Vita e Infortuni è pari a:

    • 530,00 euro annui per i premi con oggetto il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5%;
    • 750,00 euro annui per i premi con oggetto il rischio di morte finalizzati alla tutela di soggetti con disabilità grave;
    • 1.291,14 euro annui per i premi con oggetto il rischio di non autosufficienza nel compimento di atti di vita quotidiana.

    ATTENZIONE: per beneficiare correttamente delle detrazioni fiscali per le Assicurazioni sulla Vita e Infortuni, l’assicurato e il contraente devono essere la stessa persona, mentre il beneficiario può essere chiunque. Questo vale per tutti i contratti di assicurazione. Il dichiarante può anche portare in detrazione le spese se il beneficiario della polizza è un familiare fiscalmente a carico. Inoltre, ai fini della detraibilità fa fede la data di pagamento del premio e non la data di scadenza dello stesso. Il contribuente dovrà quindi provvedere alla dichiarazione dei redditi 2017 prendendo in considerazione le spese effettuate nel 2016.

    LEGGI ANCHE TUTTO SULLE DETRAZIONI PER FAMILIARI A CARICO

    DOCUMENTI NECESSARI PER LA DETRAZIONE FISCALE DI ASSICURAZIONI VITA E INFORTUNI

    I documenti da conservare per eventuali controlli fiscali in caso di detrazione fiscale delle spese sostenute per le assicurazioni sulla vita e infortuni sono, oltre ai dati anagrafici del contraente e assicurato, copia del contratto stipulato recante la decorrenza; le ricevute dei pagamenti effettuati nel corso dell’anno precedente a quello in cui si effettua la dichiarazione.

    DOVE INSERIRE LA DETRAZIONE ASSICURAZIONI NEL MODELLO 730 DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

    Dove detrarre l’assicurazione vita dalla dichiarazione dei redditi? Occorre compilare i righi da E8 a E12 del quadro E con la quota di premio versata per la polizza nei limiti di detraibilità. Per la polizza vita e infortuni si utilizza il codice 36 mentre per la polizza rischio morte e invalidità permanente viene riportato il codice 37. Nel modello 730 precompilato sono utilizzati i righi da RP8 a RP14 con gli stessi codici.