Cartelle esattoriali Equitalia: interessi annullati in mancanza di una specifica motivazione

Lo stop sulla cartella esattoriale è arrivato a seguito della sentenza 1634/2017, depositata il 3 maggio scorso dalla Commissione Tributaria Regionale di Bari - Sezione 24 di Lecce.

da , il

    Cartelle esattoriali Equitalia: interessi annullati in mancanza di una specifica motivazione

    Importante novità riguardo alle cartelle esattoriali Equitalia: la sentenza 1634/2017, depositata il 3 maggio scorso dalla Commissione Tributaria Regionale di Bari – Sezione 24 di Lecce, ha totalmente annullato gli interessi di una cartella esattoriale iscritti a ruolo senza una ragione specifica. A subire ‘lo stop’ sugli interessi è stata una causa patrocinata dall’avvocato Maurizio Villani.

    La Corte di Lecce, con questa sentenza che annulla gli interessi di una cartella esattoriale, ha di fatto seguito un orientamento comune della Corte di Cassazione, che ha sempre sostenuto che l’obbligo di motivazione per una cartella esattoriale deve necessariamente riguardare anche l’indicazione e la comprensione delle modalità di calcolo, relativamente agli interessi e ai compensi di riscossione, per i quali è richiesto il pagamento.

    E’ chiaro pertanto, che l’assenza del calcolo dettagliato e comprensibile degli interessi addebitati sulla cartella esattoriale, costituisce un difetto di motivazione, che deve essere inteso limitatamente a tali importi.

    Secondo Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, tale principio deve essere tenuto in ferma considerazione, in egual maniera, da Equitalia e dai cittadini, qualora costoro non riescano a comprendere i conteggi e gli importi richiesti in una cartella esattoriale.