NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Carta d’identità elettronica: costo, a cosa serve e come richiederla

Carta d’identità elettronica: costo, a cosa serve e come richiederla

La nuova carta d'identità elettronica sarà gradualmente disponibile dal 26 aprile 2017 in tutti i Comuni d'Italia

da in Economia
Ultimo aggiornamento:
    Carta d’identità elettronica: costo, a cosa serve e come richiederla

    La nuova carta d’identità elettronica sarà gradualmente disponibile in tutti i Comuni d’Italia a partire dal 26 aprile 2017. È quanto stabilito dalla circolare del Ministero dell’Interno sulla carta d’identità elettronica e sul passaggio dalla classica carta d’identità alla nuova versione, comprese le modalità di rinnovo della carta d’identità: la circolare ministeriale raccomanda di adottare ogni iniziativa utile ad assicurare il rilascio della nuova carta d’identità elettronica, ricordando che la prima fase di rilascio della CIE, come viene indicata la carta d’identità elettronica, è stata avviata dal 4 luglio 2016 in 199 Comuni, tra cui anche alcune grandi città come Roma, Milano e Napoli. Per garantire il rilascio della nuova carta d’identità elettronica in tutti i Comuni, la Commissione interministeriale della CIE ha approvato un piano che prevede l’abilitazione graduale all’emissione della nuova CIE. In particolare sono stati individuati due gruppi: il primo, composto da 350 Comuni, che assieme ai precedenti 199 coprirà il 50% della popolazione, il secondo assicurerà la copertura del 100% della popolazione residente in Italia.

    La nuova carta d’identità elettronica era già stata lanciata con il primo piano di diffusione della CIE 3.0, come viene anche indicata per differenziarla dalla vecchia CIE, lo scorso anno, coinvolgendo i grandi centri urbani, a partire dalla Capitale. Il rinnovo della carta d’identità a Roma ha permesso ai cittadini capitolini di poter richiedere la nuova carta d’identità elettronica, così come a Milano e Napoli.

    L’emissione della CIE rientra nel grande piano di digitalizzazione dei dati anagrafici nazionali, con la creazione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Il ministero delle Finanze ha indicato anche il costo della carta d’identità elettronica: vediamo cos’è e come fare per richiederla.

    La carta d’identità elettronica o CIE è il documento di identificazione del cittadino, valida per i soli cittadini italiani, come documento di viaggio in tutti i Paesi appartenenti all’Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi. Rispetto alla carta d’identità cartacea o alla vecchia carta d’identità elettronica, che spesso viene riconosciuta con difficoltà nei paesi UE, in particolare nel Regno Unito, è più sicura.

    La nuova carta d’identità elettronica è una smart card che contiene tutti i dati anagrafici in formato digitale: oltre ai dati classici, saranno inseriti impronte digitali, codice fiscale e gli estremi dell’atto di nascita. A questo vanno aggiunti elementi di sicurezza come ologrammi, sfondi di sicurezza e micro scritture. Al momento della richiesta si potrà fornire il proprio consenso alla donazione degli organi (qui le indicazioni su come fare la richiesta) e si potrà indicare le modalità di contatto, ovvero il numero di telefono, l’indirizzo di posta elettronica o la Pec.

    Per richiedere la nuova carta d’identità elettronica bisogna recarsi al Comune di residenza o di dimora nei casi di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento di identificazione.

    La nuova CIE può essere richiesta in qualsiasi momento e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni.

    Per richiedere la nuova carta d’identità elettronica basterà recarsi in Comune muniti di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. È consigliabile, all’atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria per velocizzare le attività di registrazione, ma non sono necessari altri documenti. La nuova carta d’identità elettronica verrà spedita all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta.

    Sul sito ufficiale www.cartaidentita.interno.gov.it si trovano tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda di rilascio della nuova carta d’identità elettronica e la possibilità di prenotare l’appuntamento con gli uffici comunali.

    Una volta che il Comune avrà tutto il necessario per emettere la nuova CIE, non rilascerà più le vecchie carte d’identità cartacee o le elettroniche di prima generazione.

    Il costo della carta d’identità elettronica è di 16,79 euro, oltre i diritti fissi e di segreteria, per un totale di circa 22 euro. Il sito del ministero dell’Interno consiglia di conservare il numero della ricevuta di pagamento.

    790

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Economia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI