Sciopero 30 marzo 2017: a Roma contro la precarietà nel pubblico impiego, a rischio scuola e sanità

Lo sciopero del 30 marzo è stato indetto contro la precarietà nel pubblico impiego. Parteciperanno allo sciopero oggi a Roma anche i lavoratori della scuola, della sanità, i Vigili del Fuoco e i lavoratori precari (interinali, lsu, ltd): lo sciopero riguarda tutto il territorio nazionale e durerà per l’intera giornata del 30 marzo.

da , il

    Sciopero 30 marzo 2017: a Roma contro la precarietà nel pubblico impiego, a rischio scuola e sanità

    E’ stato proclamato uno sciopero generale per giovedì 30 marzo che interessa tutti i lavoratori del pubblico impiego. A causa dello sciopero oggi potrebbero verificarsi rallentamenti e/o disservizi nelle diverse attività dell’Amministrazione comunale, quindi anche nella scuola, nella sanità. Per l’intera giornata di sciopero giovedì 30 marzo i dipendenti pubblici incrociano le braccia e saranno presenti a un presidio a Roma. L’Associazione sindacale USB pubblico impiego ha indetto lo sciopero generale nazionale dei dipendenti di tutti i comparti del pubblico impiego contro la precarietà, per la modifica dell’art. 20 del D.Lgs. 165/2001 recante modifiche ed integrazioni al T.U. del pubblico impiego e per la definitiva stabilizzazione dei LSU.

    SCIOPERO 30 MARZO 2017 ROMA

    Lo sciopero generale di giovedì 30 marzo proclamato dall’associazione sindacale Usb e riguardante i dipendenti pubblici coinvolge personale della scuola, vigili del fuoco e lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale. Lo sciopero si farà sentire a Roma, quando giovedì 30 marzo si svolgerà un presidio presso il Ministero della Funzione Pubblica per chiedere “la stabilizzazione di tutti i precari della pubblica amministrazione”. “Dalla Sanità agli Enti Locali, dalla Ricerca all’Università, passando per i ministeri e vigili del fuoco, i lavoratori precari sono fondamentali per il funzionamento del settore pubblico e sono garanzia per l’erogazione dei servizi ai cittadini”, riferisce il sindacato, “stabilizzarli è quindi fondamentale per riconoscere a loro il più che legittimo diritto al futuro e assicurare ai cittadini la continuità dei servizi, già malmessi a causa dei continui tagli che i governi praticano senza soluzione di continuità”.

    SCIOPERO MEZZI 30 MARZO 2017

    In concomitanza con lo sciopero e il presidio a Roma, ci sarà sciopero mezzi anche a Milano e l’Aquila. Per info sullo sciopero treni del 30 marzo, clicca qui. Ad ora non ci sono notizie di sciopero mezzi a Roma per il 30 marzo 2017.

    SCIOPERO SCUOLA 30 MARZO

    A causa dello sciopero giovedì 30 marzo potrebbero esserci disservizi nelle scuole. A comunicarlo è stata la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica: “l’Associazione sindacale USB PI – Unione Sindacale di Base Pubblico Impiego, con nota del 9 marzo 2017, ha proclamato lo sciopero generale dei dipendenti pubblici di tutti i comparti del pubblico impiego”. L’effettuazione dello sciopero comporterà il rispetto degli accordi sulle norme di garanzia per il funzionamento dei servizi pubblici essenziali sottoscritti tra l’Amministrazione comunale e le Organizzazioni sindacali.

    SCIOPERO OSPEDALI 30 MARZO

    A causa dello sciopero previsto per l’intera giornata di giovedì 30 marzo 2017, indetto dal sindacato Usb del Pubblico Impiego, si potrebbero verificare alcuni disagi per coloro che devono usufruire dei servizi erogati dalle Aziende Sanitarie locali. Per la sanità lo sciopero è articolato da inizio turno del 30 marzo a fine dell’ultimo turno della stessa giornata. Ad ogni modo, per tutelare l’esercizio del diritto di sciopero e i diritti di ciascun cittadino utente, nel corso dello sciopero saranno assicurati adeguati livelli di funzionamento dei servizi pubblici essenziali mediante l’erogazione delle prestazioni indispensabili individuate dai Contratti Collettivi di Lavoro, così come interpretati dalla Commissione di Garanzia. Saranno dunque garantiti i servizi pubblici essenziali, quali l’assistenza di urgenza e il supporto attivo alle prestazioni specialistiche, diagnostiche e di laboratorio, compresi i servizi trasfusionali. Per coloro che avessero prenotato esami o visite specialistiche, si consiglia di contattare i singoli reparti interessati per verificare il funzionamento degli stessi.

    SCIOPERO DIPENDENTI PUBBLICI

    L’Organizzazione sindacale Usb pubblico impiego ha proclamato per l’intera giornata del 30 marzo uno sciopero generale dei dipendenti pubblici di tutto il comparto, compresi i settori della scuola, vigili del fuoco e lavoratori precari di qualsiasi tipologia contrattuale: lo sciopero riguarda tutto il territorio nazionale e durerà per l’intera giornata del 30 marzo prossimo. Il 30 marzo lo sciopero del settore pubblico è stato proclamato perché – si legge in nota ufficiale – “Dal 1°aprile l’INAPP, ossia l’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche, vigilato dal Ministero del Lavoro potrebbe infatti licenziare i suoi precari storici. Tutti i lavoratori e ricercatori hanno deciso di mobilitarsi per chiedere i fondi necessari per mettere in sicurezza l’INAPP e poter aprire un percorso di stabilizzazione per il personale precario”.