Pensioni anticipate: Ape social in arrivo con graduatoria, Boeri svela il nuovo simulatore INPS

Pensioni, ultime notizie per l'APE social in attesa dei decreti attuativi che saranno presentati a breve. Intanto è pronto il nuovo sito Inps semplificato. Il presidente Boeri ha assicurato i lavoratori alle prese con l'anticipo pensionistico 'aiuteremo i lavoratori a fare scelte consapevoli'

da , il

    Pensioni anticipate: Ape social in arrivo con graduatoria, Boeri svela il nuovo simulatore INPS

    Pensioni APE news dell’ultima ora: mentre si attendono i decreti attuativi della riforma delle pensioni, arrivano novità per ciò che riguarda le pensioni anticipate, l’Ape social e l’Ape volontaria. Le ultime notizie parlano di accesso all’Ape social che sarà stabilita tramite graduatoria di anzianità, mentre per calcolare la convenienza di ricorrere all’Ape volontaria, Tito Boeri ha annunciato che l’INPS ha già programmato un simulatore con il quale i lavoratori possono capire se il ricorso all’anticipo pensionistico volontario è davvero conveniente o no.

    APE SOCIAL E APE VOLONTARIA… QUASI AL VIA

    “E’ questione direi quasi di ore perché il decreto ministeriale venga varato. Mi sembra che la stesura del Dpcm cui stiamo lavorando chiarirà tutti i punti ancora da chiarire. Abbiamo lavorato molto in questi mesi”. Così Il presidente Inps Tito Boeri rispondendo a una domanda sull’Ape, a margine della conferenza stampa di presentazione del nuovo sito dell’istituto previdenziale che sarà operativo da lunedì 3 aprile.

    ULTIM’ORA APE SOCIAL: “Nei prossimi giorni” arriveranno i decreti legislativi per l’anticipo pensionistico (Ape). Lo ha assicurato anche il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, spiegando che “siamo praticamente alla fine della stesura, dobbiamo completare la limatura di alcuni elementi”. Non è chiaro se i decreti verranno licenziati già al prossimo Consiglio dei Ministri, che “non è stato ancora convocato – ha detto Poletti – quindi non ne conosco l’ordine del giorno”.

    ACCESSO ALL’APE SOCIAL TRAMITE GRADUATORIA

    I tecnici del ministero del Lavoro che stanno lavorando al documento hanno annunciato che il criterio di assegnazione dell’Ape social seguirà una graduatoria in base all’età: chi è più anziano salirà nella lista degli aventi diritto. Ricordiamo che le domande potranno essere presentate a partire dal primo maggio e che le finestre di uscita per il 2017 saranno a giugno e a ottobre/novembre.

    APE SOCIAL PIU’ RICHIESTA DELL’APE VOLONTARIA

    “L’Ape volontaria è una scelta di persone che devono fare un calcolo di convenienza, mentre c’è una forte convenienza per l’Ape sociale. Quindi mi aspetto che la percentuale di potenziali beneficiari all’Ape volontaria sia più bassa”. Per Boeri si tratta comunque di “uno strumento utile perché lo è “tutto ciò che va nella direzione di ampliare le possibilità delle famiglie e delle persone senza andare a incidere sulla sostenibilità di lungo periodo del sistema previdenziale”.

    NUOVO PORTALE E SIMULATORE INPS PER CALCOLARE LA PENSIONE ANTICIPATA APE

    Il presidente dell’Inps Tito Boeri, presentando il nuovo portale internet dell’istituto ha precisato: “Abbiamo preso un impegno a uscire col nuovo portale all’inizio di aprile perché abbiamo scadenze importanti. L’operazione Ape richiede un portale nel pieno delle sue funzioni e pienamente accessibile perché l’operazione Ape, soprattutto Ape volontaria, è una grande operazione di promozione di consapevolezza finanziaria. Al di là dei numeri delle persone che utilizzeranno questo strumento è necessario essere effettivamente consapevoli: uno si sta indebitando e deve sapere quali sono le conseguenze di lungo periodo di questa scelta, per questo è fondamentale avere un sito chiaro, accessibile, che spiega bene le cose”. Così “La nostra intenzione è quella di fornire simulatori per chi volesse verificare questo tipo di scelta cosa comporta prima di compierla. Su tempi e costi dell’Ape – dice Boeri – è prematuro fare una stima, c’è ancora da fare un dpcm e poi un accordo con banche e assicurazioni. A questo stadio non si può dire nulla di più”.

    APE PENSIONE ANTICIPATA: COME FUNZIONA?

    L’Ape (Anticipo pensionistico) avrà inizio dal 1° maggio 2017 e in via sperimentale sarà valido sino al 31 dicembre 2018. E’ una misura che permette di andare in pensione a 63 anni di età ai lavoratori dipendenti (anche pubblici), gli autonomi assicurati presso le gestioni speciali (artigiani, commercianti e coltivatori diretti) o presso la gestione separata dell’Inps che si trovano a non più di 3 anni e 7 mesi dal pensionamento di vecchiaia nel regime obbligatorio. Non si applica agli assicurati presso le casse professionali.

    APE SOCIAL E APE VOLONTARIA: DIFFERENZA

    Qual è la differenza tra APE Social e APE Volontaria? La pensione anticipata ape social è un sussidio destinato a determinate categorie di lavoratori (licenziati disoccupati senza sostegno al reddito, disabili, caregivers, chi fa lavori usuranti e gravosi) ed è a costo zero per il lavoratore, dato che è lo Stato a erogare l’assegno (max 1500 euro), mentre l’Ape volontaria è un anticipo pensionistico, ossia un prestito che il lavoratore riceve da parte di banche e assicurazioni attraverso l’Inps. Tali prestiti dovranno poi essere restituiti con rate di ammortamento costanti dagli interessati, una volta conseguita la pensione, per i successivi venti anni, con i relativi interessi. La pensione ottenuta con l’ape volontaria subirà una riduzione a seconda dell’ammontare dell’anticipo richiesto.