NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Contratto statali: ultime notizie sulle nuove 2mila assunzioni nel settore pubblico

Contratto statali: ultime notizie sulle nuove 2mila assunzioni nel settore pubblico

Facciamo il punto sullo sblocco e il rinnovo dei contratti statali con le ultimissime news sulla riforma della PA e con i decreti legislativi collegati alla Riforma Madia che riguardano il contratto di lavoro e l'aumento di stipendio dei dipendenti pubblici

da in Contratti di lavoro, Economia, Lavoro, Precari, Stipendi
Ultimo aggiornamento:

    Rinnovo contratti statali: ci sono news sullo sblocco contratti statali, ultimissime info sono giunte dal ministero della Pubblica Amministrazione che con la Riforma Madia sta per autorizzare 1.300 assunzioni, mentre altri 800 contratti statali sono in via di attuazione. In totale sono oltre 2mila nuovi posti di lavoro per dipendenti pubblici. Vediamo i dettagli della Riforma della Pubblica Amministrazione destinata a regolamentare il pubblico impiego con i decreti legislativi collegati alla riforma, anche in relazione all’aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici.

    La Riforma Madia sulla PA, approvata in Parlamento e in attesa di divenire operativa, contiene diverse news per quel che riguarda il contratto di lavoro dei dipendenti pubblici. Quindi le novità interessano non soltanto il rinnovo dei contratti statali e l’aumento degli stipendi, ma anche le nuove assunzioni nel settore pubblico dei precari e le nuove regole per permessi, agevolazioni sul lavoro, accesso al part time, congedo e telelavoro.

    Le ultime notizie sullo sblocco dei contratti statali sono positive, grazie alla Riforma Madia sulla pubblica amministrazione è stato predisposto il decreto per l’assunzione di circa 2000 statali. Si tratta di un decreto interministeriale, già firmato dal ministro Marianna Madia, che attende la firma del Ministero dell’Economia e prevede assunzioni di personale e dirigenti in varie aree dello Stato. In prima battuta ci sarebbero 1300 assunzioni, le altre, circa 800, riguardano concorsi da bandire in futuro.

    Nel dettaglio si contano 1.315 nuove assunzioni ed è da sottolineare che solo 12 sono per dirigenti. Aperta è quindi la possibilità per gli aspiranti dipendenti pubblici di sottoscrivere un contratto con il ministero dei Beni culturali (301 posti di lavoro), l’Inps (259 posti di lavoro) e il ministero della Giustizia – dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (130 posti di lavoro). Degli altri 788 contratti statali da mettere a bando, per oltre la metà (407) è già prevista l’autorizzazione ad assumere.

    In questo elenco non sono considerati i corpi di polizia, per cui si sono avute già diverse autorizzazioni, e la scuola, che ha potuto contare sul cosiddetto “concorsone”.

    E’ previsto un aumento degli stipendi per dipendenti pubblici? In attesa dei decreti legislativi collegati alla riforma Madia della pubblica amministrazione, che verosimilmente arriveranno dopo il confronto con le parti sindacali (quindi tra non meno di tre mesi), è possibile che ci siano delle modifiche al testo originario. I decreti attuativi infatti, anche se non andranno a cambiare la sostanza del provvedimento ne indicano la direzione, quindi per saperne di più continuate a seguire i nostri aggiornamenti.
    Sul tavolo della discussione tra Governo e sindacati ci sarà certamente il rapporto tra retribuzione e stipendi fissi e parte variabile, come anche la questione del bonus degli 80 euro di Renzi. La questione è come fare a garantirli anche a coloro che li hanno attualmente, che invece con l’aumento degli 85 euro previsti dalla Riforma Madia non li avrebbero più. E in questo caso il sottosegretario Ghiselli ha ribadito che gli 80 euro resteranno per tutti, anche per coloro che non avrebbero più diritto con l’aumento stipendi nel rinnovo del contratto statale. L’altra questione riguarda il bonus degli 80 euro per le forze dell’ordine, che al momento non c’è ancora per il 2017, ma che, secondo quanto dichiarato dal ministro dell’Interno Minniti, è previsto nelle prossime settimane (si dice possa essere attivato a marzo con funzione retroattiva).

    639

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Contratti di lavoroEconomiaLavoroPrecariStipendi
    PIÙ POPOLARI